BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Il 7 giugno si celebra Sant'Andronico di Perm

Pubblicazione:sabato 7 giugno 2014

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Il 14 maggio, infatti, le autorità comuniste imposero ad Andronico di presentarsi al fine di scagionarsi dalle accuse che erano state elevate contro di lui, scatenando le proteste dei cattolici, pronti a circondare la residenza arcivescovile per impedirgli di recarsi negli uffici governativi. Un tentativo di ricomposizione portò alla stesura di una lettera da parte comunista, con una risposta di Andronico, a fronte della quale le autorità si dichiararono soddisfatte del chiarimento. Si trattava però solo di un diversivo, come dimostrò l'irruzione delle guardie rosse nella cattedrale, avvenuta nella notte del 17 giugno. Andronico e altri religiosi, arrestati, furono portati a Motovelichi per la fucilazione, ma questo atto fu inaspettatamente sospeso dal presidente del comitato dei deputati operai, Mjasnikov. Il tutto mentre a Motovelichi saliva sempre più alta la tensione dopo l'arrivo sul posto di numerosi fedeli, determinati a liberare gli arrestati. La notte tra il 18 e il 19 giugno, ancora una volta le guardie rosse si attivarono per dare vita ad una lunga serie di arresti, seguita dal ritorno a Perm di Andronico, La richiesta fatta dalle autorità era quella di ritirare una sua precedente disposizione che sanciva la fine delle celebrazioni ogni volta che si verificava l'arresto di un sacerdote. Una richiesta rimasta però inevasa. Il silenzio assordante di Andronico venne rotto soltanto da una dichiarazione che suonava come una vera e propria sfida, nella quale dichiarava di considerarsi irrimediabilmente nemico delle autorità, tanto da affermare che se non fosse stato vescovo, non avrebbe esitato ad assumere su di sé il peccato di fare impiccare i suoi avversari. La sua dichiarazione pose quindi fine ad ogni esitazione da parte comunista. Portato nei boschi di Motovelichi, fu costretto a scavare la fossa, prima di poter pregare per un'ultima volta. Negli attimi successivi, la scarica di pallottole del plotone di esecuzione pose quindi fine alla sua vita terrena.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.