BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Lotta o piagnisteo? Così l'insegnante "bocciatutti" ci mette con le spalle al muro

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Se poi lei esagera, ed è possibile (il mondo è pieno di insegnanti schizofrenici, egocentrici, frustrati), ascoltando le leggende che fioccano nelle sue ripetute bocciature, il rettore sottoponga i suoi studenti depressi al vaglio di un’altra docente di chimica. Se troverà di fronte dei Nobel in erba, saprà riconoscere l’eccessiva severità della collega, e commendarla, o farla trasferire d’ufficio. Può darsi allora che biologia marina diventi improvvisamente meno ambita e meno interessante. Che fiocchino rimpianti per quella donnina arcigna e inflessibile, che però ti faceva sentire davvero all’altezza, se riuscivi a sfangarla. E come metterla, putacaso, se trapiantata a Genova si mette a comminare voti alti, complimenti e baci accademici? Il confronto rischia di essere penalizzante, e rivangare antichi dissidi nord-sud…

Suggerimento per gli allievi: egregia professoressa, simulazioni d’esame, con votazioni reali e ripetizioni con lei e suoi assistenti per chi proprio non riesce a capirla. Veniamo in Uni apposta, pure fuori orario, e con testimoni. Accetta la sfida? Tra adulti si fa così, non si piagnucola.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.