BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NEONATO ABBANDONATO/ "Sei stata mamma nove mesi e lo sarai per sempre"

Infophoto Infophoto

Un'altra come te, una donna, si sarebbe fermata e lo avrebbe preso, subito. E così è stato. "Si cerca la madre". Si cerca sempre la madre in questi casi. Non scrivono mai "dov'è il padre?" perché in una storia così è scontato che il maschio è qualcuno che non c'è. Una donna è sempre sola davanti alle decisioni importanti. A quelle definitive. È così anche se lui c'è, figurati se non c'è. 

Io non ce la faccio a scandalizzarmi. Se è vero che i centri commerciali hanno sostituito le piazze dei paesi e che sono i nuovi luoghi sociali di ritrovo, lasciarlo lì vuol dire che hai lasciato il tuo maschietto a noi. Che lo volevi dare a tutti. Se non può essere mio, se non posso tenerlo, tenetelo voi. Non lo so. Certe notizie o le facciamo diventare storie, e le facciamo diventare umane e ce le viviamo dentro, o faremo solo gli scandalizzati dalle mani nei capelli. Se invece diventa una storia, alla prossima telefonata dell'amica in crisi, che ha paura, non le dirò qualche stupidaggine. La andrò a trovare a casa.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
23/07/2014 - Il male minore (claudia mazzola)

Meglio un bambino nato e abbondonato che abortito.

RISPOSTA:

È esattamente la mia stessa convinzione. ML