BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCIOPERO/ Oggi, le agitazioni sindacali in programma (24 luglio 2014, ore 18.35)

Gli scioperi di oggi, le agitazioni sindacali in programma (24 luglio 2014). Iniziamo il resoconto dando la notizia della revoca della protesta dei lavoratori Siremar 

(Infophoto) (Infophoto)

Da segnalare l’agitazione sindacale organizzata da Slc-Cgil, Gkw-Agb alla quale hanno aderito gli operatori della Poste Italiane del settore mercato privato e servizi postali di Bolzano e provincia: è prevista l’astensione dalla prestazioni straordinarie e aggiuntive.  La protesta, scattata ieri, si protrarrà fino al 21 agosto. In manifestazione anche gli addetti del settore mercati privati della Regione Veneto: astensione dal lavoro straordinario. A livello nazionale, e sempre in ambito Poste Italiane, si dà notizia dello sciopero indetto da Cobas-Pt, Cub e Usb che riguarda le filiali in Piemonte, Veneto, Bolzano, L’Aquila, Lombardia e Taranto: è previsto lo sciopero dal lavoro straordinario. 

I lavoratori dei consorzi di bonifica della Sicilia incrociano le braccia per l’intera giornata di oggi secondo quanto voluto dai sindacati Fai-Cisal, Flai-Cgil, Filbi-Uil. In Umbria sono invece gli addetti alle agenzie fiscali a scioperare dalle 10.00 alle 11.00 di questa mattina (la dimostrazione ha dunque giù avuto luogo). A Bolzano  e provincia ecco l’agitazione del personale di Poste Italiane: astensione dalle prestazioni straordinarie e aggiuntive. A livello nazionale troviamo invece i disagi circa il settore recapito di PI, vista l’astensione dal lavoro straordinario dei lavoratori. 

Per iniziare il resoconto degli scioperi in programma quest’oggi, mercoledì 23 luglio, diamo anzitutto notizia della revoca dell’agitazione indetta dai sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Usclac-Uncdim-Smacd circa il trasporto marittimo della compagnia Siremar-Compagnia delle Isole: la protesta (che terminerà domani) si sarebbe dovuta spalmare su 48 ore con varie articolazioni nelle linee. Sono invece in atto, negli ufficiali delle Poste Italiane di Taranto e della Lombardia le dimostrazioni dei lavoratori secondo un’astensione dalle prestazioni straordinarie aggiuntive: lo sciopero indetto per quest’oggi si prolungherà fino al 23 di agosto. È stato invece revocato quello organizzato dal sindacato Ugl a Margherità di Savoia: qui avrebbero dovuto astenersi dal lavoro – per tutto il giorno – gli operatori dell’Ecologica Pugliese.

© Riproduzione Riservata.