BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ELISA CLAPS/ Il vescovo di Potenza: il dossier per raccontare la verità

Il vescovo di Potenza sotto accusa nel caso della scomaprsa di Elisa Claps risponde con un dossier inviato a tutti i suoi parroci dove dice la posizioen ufficiale della Chiesa

Elisa Claps Elisa Claps

A lungo messa sotto accusa, la Chiesa di Potenza reagisce con un dossier. Si tratta del noto caso di Elisa Claps, la ragazza scomparsa molti anni fa il cui corpo venne ritrovato nelle intercapedini del tetto della chiesa della Santissima Trinità di Potenza nel 2010. Monsignor Agostino Superbo ha deciso di scrivere un lungo rapporto ai suoi parroci per chiarire la posizione ufficiale della diocesi. In particolar modo il vescovo risponde alle accuse della donna delle pulizie della chiesa stessa, che ha detto come lei e la figlia avessero visto il cadavere prima che venisse ritrovato. Il vescovo tirato in causa nega di aver mai visto il corpo o di averlo saputo. La procura ha infatti intenzione di denunciarlo per falsa testimonianza. "E'  doveroso far conoscere fatti certi, dimostrati e scritti sui media, che speriamo possano dipanare dubbi, incertezze e perplessità che la tragedia della morte di Elisa Claps ha portato prima di tutto nella sua famiglia e poi in tutta la Chiesa potentina con il suo carico di accuse e polemiche" si legge nel dossier. Ad accusare il vescovo anche la mamma di Elisa che lo ha attaccato più volte e ancora lo ha fatto lo scorso 17 giugno nell'udienza del processo a carico della donna di pulizie: mi vergogno di avere un vescovo così, ha detto ai giornalisti. La famiglia sta anche valutando la richiesta di risarcimento danni alla diocesi di Potenza: "Qualora venisse riconosciuta la responsabilità della Chiesa nella persona di monsignor Superbo qualunque somma verrà riconosciuta sarà utilizzata per la costruzione di una casa dedicata ad Elisa, opera benefica di sostegno alle famiglie degli scomparsi e alle ragazze vittime di violenza" ha detto l'avvocato della famiglia. 

© Riproduzione Riservata.