BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PAPA/ Da Francesco una “affettuosa benedizione” all'Italia

Il Papa ha risposto con un telegramma al messaggio di bentornato inviatogli dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, con il quale ha dato all'Italia la sua affettuosa benedizione

InfophotoInfophoto

Il presidente Giorgio Napolitano ha inviato un messaggio a papa Francesco per augurargli il bentornato dopo il viaggio Apostolico in Corea del Sud. “A nome mio personale e del popolo italiano tutto - si legge nel messaggio - desidero porgerle il più cordiale bentornato al rientro dal suo Viaggio Apostolico in Corea del Sud. Sono certo che la sua presenza avrà portato sostegno e conforto alle locali comunità cristiane, recando al contempo un importante messaggio di pace e riconciliazione per tutta la regione”. Il Papa ha risposto con un telegramma, rivolgendo all’Italia la sua “affettuosa benedizione” e auguri di “serenità e prosperità”. (Serena Marotta)

© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
19/08/2014 - Santo Padre (Andrea Gualtiero)

Grazie di essere stato, nel silenzio assoluto, la Voce dei piccoli, dei minimi del mondo. Dire ciò che tutti noi, piccoli e senza voce, ripetiamo da tempo, ostentando il sangue che raccogliamo dai corpi fatti a pezzi dalla Guerra che è in corso: Grazie, Santo Padre, perché capisco le remore che limitano estremamente la Sua facoltà di parola. Da oggi io, nella mia minuscola insignificanza di uomo, io La sento finalmente un po' vicino e intendo la Sua attenzione che c'è stata per quelli che non contano. Cristo non ha mai urlato, né il Suo Vangelo si è mai prestato alla possibilità di farlo. Che la Voce di Cristo debba essere flebile e sommessa, ciò non è scritto, ma sta tra le righe della Rivelazione. Io non valgo neppure gli accenti che il Suo dire ha pronunciato, Santo Padre. Ma il mio spirito La ringrazia, perché la solitudine dell'anima è il peggior Male che il mio Io possa immaginare. E oggi la Sua parola mi ha, inconsapevolmente, perdonato. Dio stesso possa ancora e sempre farsi Verbo attraverso la Sua persona!