BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ Da Francesco una “affettuosa benedizione” all'Italia

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Il presidente Giorgio Napolitano ha inviato un messaggio a papa Francesco per augurargli il bentornato dopo il viaggio Apostolico in Corea del Sud. “A nome mio personale e del popolo italiano tutto - si legge nel messaggio - desidero porgerle il più cordiale bentornato al rientro dal suo Viaggio Apostolico in Corea del Sud. Sono certo che la sua presenza avrà portato sostegno e conforto alle locali comunità cristiane, recando al contempo un importante messaggio di pace e riconciliazione per tutta la regione”. Il Papa ha risposto con un telegramma, rivolgendo all’Italia la sua “affettuosa benedizione” e auguri di “serenità e prosperità”. (Serena Marotta)



© Riproduzione Riservata.
 

COMMENTI
19/08/2014 - Santo Padre (Andrea Gualtiero)

Grazie di essere stato, nel silenzio assoluto, la Voce dei piccoli, dei minimi del mondo. Dire ciò che tutti noi, piccoli e senza voce, ripetiamo da tempo, ostentando il sangue che raccogliamo dai corpi fatti a pezzi dalla Guerra che è in corso: Grazie, Santo Padre, perché capisco le remore che limitano estremamente la Sua facoltà di parola. Da oggi io, nella mia minuscola insignificanza di uomo, io La sento finalmente un po' vicino e intendo la Sua attenzione che c'è stata per quelli che non contano. Cristo non ha mai urlato, né il Suo Vangelo si è mai prestato alla possibilità di farlo. Che la Voce di Cristo debba essere flebile e sommessa, ciò non è scritto, ma sta tra le righe della Rivelazione. Io non valgo neppure gli accenti che il Suo dire ha pronunciato, Santo Padre. Ma il mio spirito La ringrazia, perché la solitudine dell'anima è il peggior Male che il mio Io possa immaginare. E oggi la Sua parola mi ha, inconsapevolmente, perdonato. Dio stesso possa ancora e sempre farsi Verbo attraverso la Sua persona!