BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ADEL SMITH/ Morto l’uomo che voleva togliere il crocifisso dai luoghi pubblici: le risse in televisione

Si è spento a 54 anni, vinto da una grave malattia, Adel Smith, diventato “famoso” per la sua battaglia contro la presenza di simboli sacri in edifici pubblici.

(Infophoto)(Infophoto)

Adel Smith era personaggio diventato noto grazie alle apparizioni nei mezzi pubblici o perché coinvolto in qualcosa di esterno. Quando ad esempio si recò a una emittente televisiva veronese, Telenuovo, un gruppo di esponenti dell'estrema destra fece irruzione negli studi televisivi cercando proprio lui. Finirono col mettergli le mani addosso. Si trattava di militanti di Forza Italia: per entrare nel palazzo che ospitava la televisione, suonarono semplicemente il campanello di un residente nell'edificio e quindi fecero irruzione. 

Si è spento a 54 anni, vinto da una grave malattia, Adel Smith, diventato “famoso” per la sua battaglia contro la presenza di simboli sacri in edifici pubblici, culminata nel 2003 con il lancio di un crocifisso dalla finestra dell'ospedale de L’Aquila. Smith, che era il presidente dell'Unione musulmani d'Italia, fu vittima di un'aggressione mentre era ospite in a Telenuovo alla trasmissione “Rosso e Nero”: il 10 gennaio 2003 un gruppo di giovani di Forza Nuova fece irruzione negli studi dell'emittente a Verona, picchiandolo insieme al suo segretario, Massimo Zucchi. Nei giorni precedenti a quel fatto Smith, durante un dibattito in un'altra emittente veneta, era stato protagonista di un acceso diverbio venendo addirittura alle mani con il professor Carlo Pelanda. "È stato un coraggioso, che ha sempre utilizzato gli strumenti dell'ordinamento giuridico italiano per portare avanti le sue battaglie sui principi di libertà, in particolare di religione e della persona, contro qualsiasi forma di condizionamento anche subliminale e mi riferisco ai simboli religiosi, e all'imposizione di simboli monoconfessionali specificamente" così lo ricorda il suo avvocato Dario Visconti. Il decesso è avvenuto intorno alle 6.00 al S.Salvatore, il nosocomio aquilano che lo aveva visto ricoverato anni fa. Adel Smith è morto in una stanza senza crocifisso.

© Riproduzione Riservata.