BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

JIHAD IN VENETO / La procura indaga sull'islamismo radicale

La procura distrettuale di Venezia ha aperto un’inchiesta per terrorismo: sono 5 gli indagati. L’ipotesi dei pm è che queste cinque persone reclutano gente che prende parte alla guerra santa

foto: Infophoto foto: Infophoto

La procura distrettuale di Venezia ha aperto un’inchiesta per terrorismo: sono cinque le persone indagate, tutte residenti nel Veneto, sospettati di essere vicini alle organizzazioni che lottano per la jihad islamica. L’ipotesi dei pm è che queste cinque persone reclutano gente interessata a prendere parte alla “guerra santa” in Siria, come riferisce il “Corriere del Veneto”. Le persone reclutate sarebbero immigrati, ma non solo. Nei giorni scorsi dopo l’allerta terrorismo da parte del ministro dell’Interno Angelino Alfano, si sono intensificati i controlli in Veneto da parte dell’attività di intelligence sui centri islamici. Gli indagati sarebbero tutti di origine straniera, ma residenti in Veneto. Secondo quanto riportato nei giorni scorsi dai vari quotidiani, sono cinquanta gli italiani di origini arabe, ma anche slavi e africani, che combatterebbero in Siria perché hanno sposato la causa della jihad. (Serena Marotta)

© Riproduzione Riservata.