BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANTO DEL GIORNO/ Il 5 agosto si celebra Sant'Emidio di Ascoli

Immagine d'archivio - Infophoto Immagine d'archivio - Infophoto

Il grande clamore che si creò attorno a Sant'Emidio fece in modo che i suoi miracoli ed il suo essere estremamente abile nell’oratoria portando alla conversione un gran numero di fedeli, arrivarono all’orecchio di Papa Marcellino che decise di proclamarlo vescovo dell’arcidiocesi di Ascoli Piceno. Secondo la tradizione durante il viaggio che portò Sant'Emidio ad Ascoli Piceno per svolgere il proprio ruolo ebbe modo di effettuare opera di evangelizzazione presso diversi centri abitati. Una volta arrivato ad Ascoli Piceno dovette fare i conti con il prefetto Polimio che aveva la gestione ed il potere in tutta la zona. Polimio si pose in maniera molto dura nei riguardi della religione cristiana ordinando a Sant'Emidio di non mettere in essere alcuna opera di evangelizzazione. Sant'Emidio però non si fece intimorire dalla minaccia e perseguì il proprio compito curando anche un gran numero di malati. Lo stesso prefetto Polimio in ragione di questa grande capacità di Santo Emidio si convinse che fosse una sorta di reincarnazione del dio Esculapio, proponendogli sacrifici in suo onore nonché di prendere in sposa la figlia Polisia. Sant'Emidio rifiutò tutto ciò e inoltre fece in modo di convertire la stessa Polisia che battezzò in luogo pubblico davanti a molte persone. La cosa arrivò all’orecchio del prefetto che ebbe una reazione molto dura facendo prima arrestare il vescovo cittadino e poi condannandolo a morte per decapitazione in piazza. Sant'Emidio morì il giorno 5 agosto 303 anche se alcuni storici credono la morte sia sopraggiunta nel 309. Sant'Emidio fu poi dichiarato Patrono di Ascoli Piceno.

© Riproduzione Riservata.