BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

Adriano Manesco / Il corpo fatto a pezzi in due valigie gettate in un cassonetto di Lodi

Il cadavere di un uomo fatto a pezzi è stato trovato ieri vicino alla stazione di Lodi; le parti del corpo erano chiuse in sacchetti di plastica in una valigia dentro un cassonetto

(Infophoto)(Infophoto)

Il cadavere di un uomo fatto a pezzi è stato trovato ieri pomeriggio poco distante dalla stazione di Lodi; le parti del corpo erano chiuse in sacchetti di plastica riposti all’interno di due valigie a sua volta dentro un comune cassonetto dei rifiuti. La vittima è Adriano Manesco, 77 anni, ed era stato professore universitario di estetica e anche ex ompagno di classe di Silvio Berlusconi al liceo classico dei salesiani di via Copernico, a Milano. Secondo le prime ricostruzioni, l’omicidio potrebbe essere maturato nell’ ambiente degli incontri a luci rosse: gli investigatori stanno vagliando tutte le varie ipotesi sul movente. Ricordiamo come nella serata di giovedì la polizia aveva fermato due persone (due incensurati trentenni di Piacenza e Fiorenzuola d’Arda) che stavano cercavano di liberarsi degli abiti sporchi di sangue. Dal loro fermo è scattata la ricerca del cadavere, che ha dato esito positivo quando dopo che uno dei due ha deciso di collaborare. Il delitto è avvenuto giovedì in casa dell’uomo, in via Settembrini a Milano.

© Riproduzione Riservata.