BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 11 settembre, si festeggiano i Santi Proto e Giacinto

Pubblicazione:giovedì 11 settembre 2014

foto: Infophoto foto: Infophoto

I corpi di Proto e Giacinto in seguito furono sepolti all’interno della Basilica che venne consacrata in memoria di Santa Bassilia, intorno al quarto secolo dopo la nascita di Cristo per espresso volere dell’allora Papa Damaso. Sulla tomba dei due santi, il Papa fece inserire una lastra di marmo con una scritta che ne ricordava la fede e la devozione nel Signore. A partire dall’ottavo secolo, le spoglie dei due santi martiri furono spostati dalla basilica nella quale riposavano da quattro secoli, per essere portati nella città di Roma. Una pratica molto comune in quel periodo che serviva a rendere Roma sempre di più il centro di gravità del Cristianesimo. Nel 1845 in una situazione alquanto fortuita si apprese che le spoglie di San Giacinto non erano presenti all’interno della città di Roma bensì riposavano nel cimitero di Sant’Ermete. La tomba di Proto, invece, è stato scoperto che si trova a San Giovanni dei Fiorentini. Per quanto riguarda la tomba di San Giacinto, presentava una lastra piuttosto semplice che ha portato gli storici a pensare che sia stata realizzata in gran segreto e velocità durante il periodo in cui nell'Impero Romano erano in atto la persecuzione nei confronti dei fedeli della religione cristiana. Per cui la tomba dovrebbe risalire all'epoca in cui era imperatore Valeriano.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.