BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ Francesco a Redipuglia, fa la pace solo chi ascolta il cuore

Pubblicazione:domenica 14 settembre 2014 - Ultimo aggiornamento:domenica 14 settembre 2014, 9.16

Papa Francesco (Infophoto) Papa Francesco (Infophoto)

Stiamo finalmente abbandonando le logiche della contrapposizione, dove si vuol stabilire chi ha ragione e chi ha torto, perché la guerra nasce dove si cercano di definire torti e ragioni, mentre scoppia la pace se si lascia entrare uno sguardo di amore all'altro. 

Qui sta la questione delle trincee, che furono costruite proprio per impedire all'uomo di guardare negli occhi colui contro cui stava sparando, perché nell'attimo in cui lo avesse fatto, non avrebbe più potuto dire all'altro "ti uccido", ma "quello che tu cerchi è quello che io cerco, la felicità". 

Qui, in questo tuffo del cuore, in questo sguardo di simpatia per l'altro, si vince ogni impulso distorto e si costruisce la pace: quando l'uomo guarda negli occhi l'altro. 

È disarmante la forza di questo Papa, è il coraggio di costruire la pace.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
14/09/2014 - Al termine dell'omelia (luisella martin)

Al termine dell'omelia - così ben commentata nell'articolo - il Santo Padre, con le lacrime agli occhi, ha detto: "Fratelli, l'umanità ha bisogno di piangere e questa è l'ora del pianto". Chi, come me, ha sbagliato molto nella vita, sa come è difficile piangere, ma sa anche che la conversione del cuore può avvenire solo se si trova il coraggio di riconoscere i propri errori fino a piangerne le conseguenze.