BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BARBIE/ La bambola vestita da Madonna, la protesta dei vescovi: perché Maometto no?

Due artisti argentini hanno creato una serie di Barbie dedicate alle religioni del mondo, inclusa la Madonna, la verigne di Lourdes e anche Ken - Gesù, ecco di cosa si tratta

Foto da Facebook Foto da Facebook

E' polemica per l'ultima incarnazione della celeberrima Barbie, la bambola più famosa del mondo. E' stata presentata su facebook una serie di bambole ispirate alle religioni di tutto il mondo e ovviamente anche a quella cristiana. Naturalmente il modellino in questione poteva prendere come soggetto una figura sola cara alla tradizione cristiana e cioè Maria, la Madonna che appare con tanto di corone di stelle e con una improbabile capigliatura bionda. Ma in realtà non c'è solo lei, c'è anche l'usuale fidanzato storico di Barbie, il muscoloso Ken che diventa Gesù. E ancora: Giovanna D'Arco, la Vergine di Lujßn, Maria Maddalena, la Vergine di Lourdes e pure quella di Fatima, "con i tre pastorelli a corredo". Cattivo gusto, senza dubbio, tra l'altro i creatori della serie sono due artisti argentini, la terra del Papa, Pool Paolini e Marinela Perelli. Sono dunque intervenuti i vescovi tramite l'agenzia ufficiale, la Sir, esprimendo il loro disappunto per queste Barbie: "La religione è davvero così di plastica che si può ridurre la devozione a oggettistica?" scrivono. I vescovi mettono in guardia dal pensare che dietro l'operazione ci sia il Vaticano in cerca di facile pubblicità aggiungendo che si tratta anche di discriminazione religiosa: perché la Madonna sì e Maometto no? chiedono. I vescovi fanno poi sapere che impediranno la messa in vendita delle bambole blasfeme. La serie di bambole che si intitola proprio "The plastic religion", la religione di plastica, è pensata solo per essere esposta alla Galleria d’arte contemporanea P.O.P.A. di Buenos Aires dal prossimo 11 ottobre. Almeno per adesso.

© Riproduzione Riservata.