BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ETEROLOGA/ In Lombardia costerà fino a 4mila euro. Maroni: noi corretti, sono le altre Regioni a sbagliare

Il ticket per poter accedere alla fecondazione eterologa costerà tra i 400 e i 600 euro in tutta Italia, esclusa la Lombardia. Lo ha stabilito oggi la Conferenza delle Regioni.

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Mentre gran parte delle Regioni italiane sta per introdurre il ticket unico che costerà tra i 400 e i 600, in Lombardia per accedere alla fecondazione eterologa si dovrà pagare dai 1500 ai 4000 euro, a seconda della tecnica impiegata. La giunta ha infatti recentemente respinto due mozioni presentate da Pd-Patto Civico e M5S che chiedevano di introdurre un ticket identico a quello per la fecondazione omologa, quindi il costo sarà interamente a carico dei cittadini: "Fino a quando il Parlamento non dice se la fecondazione eterologa rientra o meno nei livelli essenziali di assistenza, anche volendo, non possiamo considerarla nei livelli essenziali - ha detto il governatore lombardo Roberto Maroni - Quindi la Lombardia è l'unica che si sta comportando in maniera corretta, sono le altre Regioni a sbagliare".

Il ticket per poter accedere alla fecondazione eterologa costerà tra i 400 e i 600 euro in tutta Italia, esclusa la Lombardia. Ad annunciare l’introduzione della tariffa unica, decisa oggi durante la Conferenza delle Regioni, è stato Sergio Chiamparino: "Consideriamo l'eterologa all'interno de livelli essenziali di assistenza – ha detto - Il costo potrà variare tra i 400 e i 600 euro perché dipende dal ticket fissato nelle singole Regioni per le varie prestazioni necessarie ad effettuare la fecondazione". Come noto, la Lombardia ha deciso di approvare alcuni provvedimenti per regolare l'accesso alla fecondazione eterologa negli ospedali della Regione, ma senza sposare le linee guida indicate dalla Conferenza delle regioni: i cittadini lombardi dovranno quindi pagare dai 1500 ai 4000 euro, a seconda della tecnica impiegata. "Vogliamo che il governo dica subito se inserisce questa prestazione nei Lea, i Livelli essenziali di assistenza - ha detto a riguardo l'assessore regionale all'Economia, Massimo Garavaglia - Se è così se ne assume l'onere e il problema viene risolto alla radice. Non è corretto, infatti, che una coppia lombarda, anche se va in Emilia Romagna, solo per fare un esempio, debba pagare interamente la fecondazione eterologa".

© Riproduzione Riservata.