BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Google / Compie sedici anni e affronta Shellshock. Hangouts e Chrome: i prodotti di Big G

Google compie sedici anni. Giorno più, giorno meno (è ormai diventata materia per gli storici dell’informatica). E proprio nel giorno del suo compleanno affronta Shellshock

Google Google

GOOGLE - Tanti auguri Google! Oggi il colosso del web, fondato da Brin e Page, festeggia il suo 16esimo anno di età. E puntuale e immancabile, ovviamente, è arrivata la celebrazione affidata al Doodle. Ma in occasione della ricorrenza andiamo a presentare qualche prodotto di Big G. Iniziamo, per esempio, Hangouts, una servizio come Whatspp (ma completamente gratuito, a differenza della piccola tassa che bisogna pagare ogni anno per rinnovare il servizio WA), che permette dunque di conversare con i propri amici grazie a messaggi di testo, foto, video, emoticons e anche videochiamate. È anche possibile creare conversazioni gruppo. Poi, per navigare meglio in Internet, Google ha dato alla luce Chrome, un browser realizzato per la velocità, la semplicità e la sicurezza che tutti noi usiamo!

GOOGLE - Google compie 16 anni, il tempo passa anche per il colosso mondiale dell'informatica. Quale modo per festeggiare se non quello di realizzare un doodle celebrativo? Detto fatto, allo scoccare della mezzanotte è apparso il logo personalizzato con il nome Google scritto con font "fumettato". Non poteva mancare il cappellino da festa che questa volta tocca alla G indossarlo che nell'animazione realizzata misura l'altezza delle altre lettere per segnare il passaggio degli anni come si fa con i bambini piccoli. Simpatico il siparietto in cui la G misura la lettera L stupendosi della sua altezza, insomma un doodle semplice ma significativo, in 16 anni Google ha cambiato il modo di vivere, usare e scoprire internet nel mondo diventando uno dei maggiori punti di riferimenti in tema di innovazione tecnologica

GOOGLE - Google compie sedici anni. Giorno più, giorno meno (è ormai diventata materia per gli storici dell’informatica) la società fondata da Brin e Page sceglie il 27 settembre per farsi gli auguri con un logo personalizzato. Sedici anni, una grande crescita - Google gioca il suo doodle proprio su questo concetto - ma anche qualche problema “adolescenziale” da risolvere per il motore di Mountain View. E non si tratta di carenze di servizio perchè Google è e rimane il paradigma con cui ogni servizio internet deve confrontarsi, ma con le falle che i linguaggi di programmazione dei server di tutto il mondo stanno rivelando in questi anni in cui la guerra elettronica tra hacker e servizi segreti di tutto il mondo si fa sempre più serrata. E Google proprio in queste ore sta affrontando l’emergenza di “Shellshock”, la megafalla del linguaggio Unix legata a Bash (la finestra di comando del sistema operativo) su cui si basano i sistemi operativi della grande maggioranza dei server nel mondo (tra cui quelli di Google, ovviamente, che con Amazon è la realtà che ne possiede il maggior numero in assoluto) e anche i device che usano Android, il sistema operativo per smartphone e mobile concepito proprio da Google, che secondo gli esperti sarebbe teoricamente esposto alla stessa fragilità. Una sorta di porta di ingresso dimenticata aperta sul controllo del server, che potrebbe consentire ad esperti hacker di impadronirsi dei dati o del controllo della macchina presa a bersaglio. Certo, immaginare che qualcuno possa prendere il controllo della rete di server di Google è pura fantascienza, ma la società sta già prendendo provvedimenti per chiudere anche ogni possibilità anche se minima, fantasiosa e soltanto teorica. Secondo quanto si apprende, Google ha già riparato la falla sia su server interni che sui servizi commerciali e cloud. Ai giornali rimangono gli scenari suggestivi e spionistici già visti per Heartbleed, a Google un’esperienza in più per crescere, in fondo, ha appena compiuto sedici anni…

© Riproduzione Riservata.