BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SARDEGNA/ Pulisce la spiaggia dai rifiuti, ma prende multa da 167 euro

Pubblicazione:

Immagine di archivio  Immagine di archivio

Non essere residenti può costare caro. Lo sa adesso la signora Ilaria Montis multata per ben 167 euro per aver depositato in un cassonetto a Cagliari della spazzatura prelevata da altra località. Si trattava di rifiuti che la donna aveva raccolto dalla spiaggia di Piscinas, ma evidentemente a Cagliari si può gettare solo la spazzatura di Cagliari. Ilaria Montis invece aveva, con grande senso civico, pulito un tratto di spiaggia che i soliti turisti maleducati avevano insozzato lasciando rifiuti vari. “Non residente a Cagliari, conferiva all’interno dei cassonetti stradali buste contenenti rifiuti” si legge nella multa. Spiega Ilaria che non avendo trovato alcun cassonetto vicino alla spiaggia se l'è portata via in machina per depositarla il giorno dopo a Cagliari ma, ecco l'inghippo, la donna non è residente a Cagliari per cui è scattata la multa. Ecco cosa ha detto: "E’ vero, ho la residenza nel comune di Baratili San Pietro in provincia di Oristano, ma non sapevo di non poter gettare i rifiuti a Cagliari, del resto sui cassonetti non c’è alcun divieto. Sono rimasta sconcertata, ho spiegato che era spazzatura di altri raccolta in spiaggia a Piscinas e che stavo anche differenziando la plastica ma sono stati inflessibili: ho rifiutato di firmare il verbale, uno dei vigili si è alterato e mi ha insultato minacciando di portarmi in caserma e denunciarmi. Ho ritirato la multa, 167 euro da pagare entro 60 giorni”. Dunque attenzione a essere troppo educati e avere troppo senso civico: qualche vigile si può "alterare" e farvi la multa...



© Riproduzione Riservata.
 

COMMENTI
03/09/2014 - commento (francesco taddei)

quando un paese è corrotto fino nell'anima la follia la fa da padrone. che piazza pulita sia, così da ricostruire memori degli errori e delle ideologie folli di chi ci ha preceduto.