BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ETEROLOGA/ Binetti: le Regioni tentano il blitz e "scavalcano" Renzi

InfophotoInfophoto

Il ministro Lorenzin, intervistato dal TGcom, ha mostrato di apprezzare il dibattito che si è svolto tra i responsabili regionali della sanità ma ha sottolineato come comunque sia necessaria una legge per poter inserire la fecondazione eterologa tra i Lea anche perché allo stato attuale "non c'è nessun centro autorizzato" per l'eterologa. 

Di fatto se la recente sentenza della Corte ha ribaltato completamente i contenuti specifici della legge 40, non è però entrata nel dettaglio del come praticare l'eterologa, ha solo affermato che è legittimo il ricorso a questa pratica; spetta ora al legislatore individuare i modi più efficaci per risolvere problemi senza crearne altri e questo richiede un tempo concreto, che non può essere aggirato trasformando un desiderio in un imperativo categorico da soddisfare hic et nunc… Non ce n'è davvero bisogno. Non dimentichiamo inoltre che il registro dei donatori, per soddisfare le linee guida approvate oggi, dovrà contenere anche un catalogo con le principali caratteristiche fisiche, e forse non solo fisiche!, dei donatori. Il catalogo permetterà di soddisfare possibili preferenze di scelta dei genitori sociali, con costi diversificati, come già accade in molti altri Paesi… Ignorarlo non giova a nessuno, chiarirne le modalità può servire a tutti! Ma, per questo, attendiamo la legge.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
05/09/2014 - Bene on. Binetti! (Luigi PATRINI)

Magnifico intervento a pag. 3 di Avvenire del 5 ottobre