BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DELITTO GARLASCO/ Alberto Stasi: graffi sull'avambraccio, spuntano fotografie mai esaminate

Pubblicazione:sabato 6 settembre 2014 - Ultimo aggiornamento:domenica 7 settembre 2014, 11.23

Alberto Stati (Immagine d'archivio) Alberto Stati (Immagine d'archivio)

GARLASCO, OMICIDIO CHIARA POGGI: NUOVE TRACCE GENETICHE SUL CORPO DELLA VITTIMA -Dopo il dna ritrovato sotto le unghie di Chiara Poggi e mai esaminato, un'altra inquietante dimenticanza degli inquirenti. Ci sarebbero infatti alcune foto scattate ai tempi da parte dei carabinieri in cui sul braccio di Alberto Stasi si vedono chiaramente dei segni, forse dei graffi. Perché nessuno ha esaminato quelle foto? Eppure potrebbero essere stati proprio dei graffi fatti dalla vittima mentre si difendeva dall'aggressione. Ma nonostante questo nessuno allora chiese al giovane di spiegare coe si fosse fatto quei graffi.

GARLASCO, OMICIDIO CHIARA POGGI: NUOVE TRACCE GENETICHE SUL CORPO DELLA VITTIMA - Ci sono novità riguardo l’omicidio di Chiara Poggi, avvenuto a Garlasco il 13 agosto 2007: sono state infatti ritrovate delle tracce di dna maschile Y sotto due unghie della vittima, che potrebbero dare una svolta significativa alle indagini. Il nuovo materiale genetico ritrovato sul corpo di Chiara Poggi è emerso grazie agli esami sui reperti ungueali eseguiti dalla Corte d’Assise d’Appello di Milano, in corso del nuovo processo di secondo grado di Alberto Stasi: ora esperti e tecnici stanno cercando di capire se le tracce rinvenute siano leggibili, e in quel caso verranno poi analizzate e confrontate con il dna del fidanzato della ragazza. Il campo dei sospettati, con questo nuovo indizio, viene ristretto e si avrebbe dunque la conferma che a commettere l’omicidio sia stato un uomo, e che Chiara Poggi abbia tentato di difendersi.



© Riproduzione Riservata.