BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RAGAZZO UCCISO DA UN CARABINIERE/ Muore 17enne, autopsia rinviata a mercoledì (news e aggiornamenti in diretta)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

NAPOLI, RAGAZZO DICIASSETTENNE UCCISO DA CARABINIERE: AUTOPSIA RINVIATA - E' stata rinviata a mercoledì l'autopsia sul corpo di Davide Bifolco, il giovane di diciassette anni ucciso lo scorso venerdì da un colpo di pistola sparato da un carabiniere durante un inseguimento nel rione Traiano di Napoli. Lo ha fatto sapere l'avvocato della famiglia del ragazzo, Fabio Anselmo, spiegando che la decisione è stata presa per permettere lo svolgimento di altri accertamenti come la Tac e il prelievo delle impronte digitali. In Procura è invece attualmente in corso un vertice tra i procuratori aggiunti Nunzio Fragliasso e Luigi Frunzio e il sostituto Manuela Persico, insieme agli investigatori del comando provinciale dei carabinieri e del Ris.

NAPOLI, RAGAZZO DICIASSETTENNE UCCISO DA CARABINIERE - Emergono nuove incertezze rispetto alla tragica morte di Davide Bifolco, ucciso il 5 settembre al termine di un inseguimento da un colpo sparato da un militare. Infatti, le forze dell’ordine hanno dichiarato che durante l’inseguimento stavano cercando il latitante Arturo Equabile, evaso dagli arresti domiciliari il febbraio scorso e identificato come passeggere sullo scooter della vittima la notte del 5 settembre. Oggi, la dichiarazione di Enzo Ambrosio, amico di Davide, ha messo in dubbio questo fatto: lui stesso ha dichiarato di trovarsi sullo scooter del giovane ucciso, alla guida, e che dunque con loro non ci fosse nessun latitante. I due ragazzi si somigliano, hanno la stessa fisionomia del volto e lo stesso colore dei capelli. 

NAPOLI, RAGAZZO DICIASSETTENNE UCCISO DA CARABINIERE: IL VIDEO DOPO L'INSEGUIMENTO - A due giorni dall’uccisione di Davide Bifolco, 17enne napoletano che ha perso la vita causa di un colpo di arma da fuoco sparato da un carabiniere durante un inseguimento, è emerso un video che mostra gli istanti seguenti alla tragica vicenda. Si tratta di immagini riprese dalle telecamere di una sala giochi situata vicino al luogo dove l’inseguimento è terminato. Nel video presentato come documento alla procura, si vede un militare, che non è lo stesso che ha sparato al giovane, entrare nell’edificio e intimare a tutti di alzare le mani e stare immobili. Le forze dell’ordine hanno dichiarato che il carabiniere stava cercando uno dei ragazzi sullo scooter con Bifolco, Arturo Equabile, ricercato per evasione dagli arresti domiciliari dal febbraio scorso. Inoltre, la sorella della vittima ha fatto circolare sui social network le foto del cadavere di Davide Bifolco, la cui autopsia è programmata per oggi: in una delle foto postate si vede il foro di entrata del proiettile che ha tolto la vita al giovane napoletano. 

NAPOLI, RAGAZZO DICIASSETTENNE UCCISO DA CARABINIERE: LE PAROLE DELL'AVVOCATO - Emergono nuovi dettagli sulla morte di Davide Bifolco, il diciassettenne ucciso da un colpo di pistola sparato da un carabiniere durante un inseguimento nel rione Traiano a Napoli. Il legale della famiglia del giovane, Fabio Anselmo, ha fatto sapere che durante la sua attività di indagine svolta in questi giorni ha raccolto le dichiarazioni di tre testimoni "dalle quali emerge un quadro diverso dalla versione fornita dal carabiniere". Il militare ha infatti già detto che il colpo è partito accidentalmente mentre tentava di immobilizzare il 17enne. L’avvocato avrebbe ascoltato due ragazzi che quella sera erano insieme a Davide e una terza persona che invece "non ha alcun rapporto di parentela con la famiglia della vittima". Ulteriori novità potrebbero provenire dalle registrazioni prese dalle telecamere di una sala giochi che si trova ad appena qualche metro dal luogo del tragico episodio.



© Riproduzione Riservata.