BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Ad Agrigento si sono stufati di Camilleri e rivogliono Pirandello…

Pubblicazione:lunedì 8 settembre 2014

Andrea Camilleri (Infophoto) Andrea Camilleri (Infophoto)

Il successo narrativo di Camilleri è da dieci milioni di copie. Ma complessive. Quelli a cui Camilleri non piace dicono: non è che non sia vero, è che non è tutto. Io invece dico: ho rispetto e faccio tanto di cappello. Quel giochetto del dare il desiderato ma sorprendendo, rivela, per lo meno, grande abilità. Se questo significhi passare alla storia o no, non lo so. Ma non lo so per davvero. A me, a scuola, hanno fatto studiare Luigi Pirandello e non Andrea Camilleri. Ma non so se fra cento anni faranno ancora studiare Luigi Pirandello e non, invece, Andrea Camilleri. 

Intanto in via Roma, a Porto Empedocle, la statua del premio Nobel è stata abbassata di almeno un paio di metri. E così, le due sculture potranno quasi guardarsi negli occhi. Anche se, devo ammettere, l'immagine di Montalbano mantiene gli occhi puntati verso la filiale della banca sul marciapiede opposto. Se non ci credete andate a vedere.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
08/09/2014 - Paragone inutile (Santino Camonita)

Mah!! Pirandello è Pirandello, Camilleri è Camilleri! L'autore dell' articolo fa un paragone inutile perché parliamo di due artisti completamente diversi, vissuti in contesti ed epoche diverse. il primo, attraverso la sua letteratura, cerca di mettere a nudo (e lo fa magistralmente) le contraddizioni insite nel cuore dell'uomo, il secondo attraverso le storie del commissario Montalbano racconta e descrive una Sicilia particolarissima che purtroppo va perdendosi, come certe espressioni dialettali che sono delle "perle" e che inserite dentro il contesto sociale del romanzo assumono una musicalità senza paragoni. Per questo è un grande Camilleri… se poi vogliamo fare dell'ideologia pregiudiziale e non guardare alla bellezza "musicale" dei romanzi di Camilleri… va beh! ognuno è libero di vedere ciò che ha deciso in cuor suo di vedere. Comunque sia Pirandello che Camilleri bisognerebbe conoscerli di "Pirsona pirsonalmenti".