BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

COSTRETTA A PROSTITUIRSI/ Madre "vende" la figlia quattordicenne per pagare i debiti

Fa prostituire la figlia per pagarsi i debiti. È accaduto in Val d’Enza, a Reggio Emilia, ad una ragazzina di 14 anni. I carabinieri hanno denunciato la madre della giovane

foto:Infophotofoto:Infophoto

Fa prostituire la figlia di 14 anni per pagarsi i debiti. È accaduto in Val d’Enza, a Reggio Emilia, dove i carabinieri hanno denunciato una donna di 45 anni per sfruttamento della prostituzione e i clienti della ragazzina. Ne parla “Il Resto del Carlino”. Sono state le chiacchiere di paese a permettere che questa brutta storia avesse fine. In un primo momento alle assistenti sociali la ragazzina ha negato tutto, difendendo la madre, ma poi – dopo l’intervento di carabinieri – la verità è stata raccontata alla presenza degli psicologi. Tutto è cominciato cedendo la figlia ad un amico, alla quale piaceva, si tratta di un imprenditore della zona, che in cambio di appuntamenti con la figlia, aveva promesso che avrebbe estinto i suoi debiti. Da qui una lunga serie di clienti abituali per la 14enne, circa 15 uomini di età diverse, alcuni giovani altri ultra 50enni. Il tutto veniva gestito dalla madre, che fissava gli appuntamenti e la figlia era costretta a prostituirsi. Una storia che è andata avanti per un anno, sino a quando le voci sono arrivate all’orecchio dei servizi sociali. La giovane è stata allontanata dalla madre e piano piano sta riprendendo la vita che una ragazzina della sua età deve fare. (Serena Marotta) 

© Riproduzione Riservata.