BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LORIS STIVAL/ Spunta una testimone: lo incontrai quella mattina (15 gennaio 2015)

Pubblicazione:giovedì 15 gennaio 2015 - Ultimo aggiornamento:giovedì 15 gennaio 2015, 15.31

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

LORIS STIVAL, VERONICA PANARELLO IN CARCERE: IL RACCONTO DELLA TESTIMONE - Nuova svolta nel caso dell’omicidio di Loris Stival, il bambino di otto anni trovato morto il 29 novembre scorso in un canale a Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa. Proprio quella mattina, una testimone avrebbe incontrato un bambino somigliante a Loris che camminava sulla strada che porta al mulino vicino al quale è stato poi rinvenuto il cadavere. "Ma cosa ci fai in giro?", avrebbe chiesto la donna al piccolo, come fatto sapere durante la trasmissione Pomeriggio 5. "Non dovresti essere a scuola?". "Ci vado, ci vado", avrebbe risposto il bambino. "Fai in tempo? Sono le 8.40!", gli avrebbe allora chiesto la testimone. Questa novità non scagiona per ora Veronica Panarello, la madre di Loris attualmente in carcere con l’accusa di aver ucciso il figlio, ma si tratta di una testimonianza che verrà usata a difesa della donna dal suo avvocato, Francesco Villardita.

LORIS STIVAL, VERONICA PANARELLO IN CARCERE: LITE IN TV TRA LA SORELLA E L'AVVOCATO - Dopo la lite con il cacciatore Orazio Fidone ripresa dalle telecamere di Mattino 5 e andata in onda ieri, Antonella Panarello è stata protagonista di una nuova polemica in tv. La sorella di Veronica, la donna attualmente in carcere con l’accusa di aver ucciso suo figlio di otto anni, Loris Stival, trovato morto il 29 novembre scorso a Santa Croce Camerina (Ragusa), ha telefonato ieri sera durante la puntata settimanale di "Chi l’ha visto?" su Rai Tre per replicare alle dichiarazioni dell’avvocato della famiglia Stival. Il legale, intervenuto nel corso della trasmissione condotta da Federica Sciarelli, ha infatti sottolineato l’importanza di un passo indietro da parte dei familiari di Veronica, i quali in questi giorni avrebbero rilasciato troppe interviste o dichiarazioni sulla presunta colpevolezza della donna accusata dell’omicidio di Loris. Antonella Panarello, chiamata in causa, ha allora telefonato in trasmissione per dire la sua e rispondere all’avvocato: "Io ho sempre detto se ha ucciso il figlio non può averlo fatto da sola", ha spiegato la donna.



© Riproduzione Riservata.