BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ Francesco parte dalle Filippine e porta in Europa la tenerezza dei santi

Pubblicazione:

Papa Francesco (Infophoto)  Papa Francesco (Infophoto)

Nell'intervista, che sembrava più una confessione, Bergoglio ha confermato di essere stato scosso dalla messa celebrata accanto alla base militare, inseguito dal tifone che iniziava la sua corsa a 70 km orari. Ha "patito" la sua condizione di uomo; si è sentito "annintito", ha perso voci e parole, completamente devastato dalla visione di acqua, umanità e dolore. Dal Mistero di una fede che ha senso solo nel segno della Croce. Una fede che provoca domande angosciose, come quella che tormentava Dostoevskij sulla sofferenza dei bambini, ma che le pone piangendo. Una bell'anima Francesco, ti sorprende con questa purezza di sguardo e di cuore e poi mostra il carattere sanguigno che gli permette di pensare al pugno per chi offende la mamma, e molto di più, ma anche di denunciare sillabando la colonizzazione ideologica con cui si vuole imporre la teoria del gender, o quel disgusto per la corruzione dentro e fuori la chiesa che lo ha fatto a stento trattenere dal dare "un calcio lì dove non batte il sole" a due mascalzoni che volevano fare una truffa allo stato, quando era vicario episcopale di Buenos Aires. Un parroco pieno di buon senso e non solo, quando insiste sulla paternità e maternità responsabile, portando ad esempio la sfuriata ad una donna all'ottavo figlio e sette parti cesarei sul ventre. 

Un Papa che osa dire che i cattolici non sono "conigli" rivendicando con orgoglio le analisi su contraccezione, crescita demografica e responsabilità portate avanti dal Concilio e il suo interprete, Paolo VI. Un pontefice che sfida gli altezzosi eredi dell'illuminismo europeo difendendo la virtù cristiana della prudenza nei rapporti tra fedi e libertà d'espressione. Insomma un Papa tosto. Il più figo di tutti, si leggeva ieri su una cartello a Manila. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
20/01/2015 - Sensibilità femminili (Giuseppe Crippa)

Soltanto una squisita sensibilità femminile poteva scrivere queste righe che mi aiutano a vedere questa visita ed a leggere le esternazioni papali in una prospettiva diversa… ma non è facilissimo: la sensibilità di mia moglie, per esempio, è stata ferita dal rimprovero del Papa alla mamma di otto figli perché rivolto solo alla donna senza neppure un accenno a suo marito. Bell’articolo commovente il suo, cara signora Caricato, ma non del tutto convincente.

 
20/01/2015 - W Cristo! W il Papa! (claudia mazzola)

Fatemelo dire: i Papa sono la cosa più bella del mondo che Gesù potesse fare. Io sono completamente affascinata e innamorata della chiesa, dai suoi membri e dal suo popolo.