BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SAN LUCA EVANGELISTA/ Santo del giorno, il 18 ottobre si celebra San Luca Evangelista

Santo del giorno, il 18 ottobre è il giorno dedicato alla commemorazione di San Luca Evangelista. Nasce intorno al 10 d.C. e diventa presto discepolo degli apostoli. La sua storia

(InfoPhoto) (InfoPhoto)

In questo giorno, la chiesa cattolica celebra la memoria di San Luca Evangelista. Nato ad Antiochia di Siria, San Luca è uno dei quattro autori del Vangelo.
Sebbene la sua nascita venga datata intorno al 10 d.C. circa, si presume che sia venuto in contatto con la storia di Gesù solamente dopo la sua morte, nel 37 d.C. circa. Medico di professione, San Luca incontrò presto Paolo di Tarso, diventando discepolo degli apostoli: San Paolo gli fu molto affezionato, tanto da citarlo più di una volta nelle sue lettere ai Colossesi, definendolo spesso compagno di lavoro.

Dall'epistolario del Santo di Tarso, in una missiva a Timoteo, infatti, nel suo periodo di prigionia in attesa del martirio, Paolo specifica che San Luca è l'unico che gli è rimasto vicino. Oltre alla certezza della sua professione, si evince dal vangelo da lui scritto quanto fosse alto il livello culturale di San Luca: il greco elegante e fluente che caratterizzano la parte della Bibbia a lui attribuita, ovvero il terzo Vangelo e gli Atti degli Apostoli, dimostra quanto l'evangelista avesse studiato, così come risulta interessante tutta la parte evangelica da lui dedicata all'infanzia di Gesù, riferita in modo esaustivo e puntuale. 

Dal momento che San Luca non condivise nulla con il Redentore quando Egli era in vita, risulta estremamente probabile, se non evidente, che l'evangelista si servì di importanti testimoni della reale vita del Cristo, probabilmente addirittura dei racconti della sua stessa madre Maria, della quale si pensa potesse essere il medico. 

Oltre all'ottima formazione ed all'importante professione, San Luca sembra coltivasse anche molti altri interessi, come la letteratura e la pittura: nei secoli, infatti, sono stati attribuiti a lui anche dei dipinti che ritraggono la Madonna, uno dei quali è tuttora conservato nella Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma. Inoltre, San Luca Evangelista viaggiò molto: sembra infatti che il santo abbia lavorato alla stesura della Bibbia soggiornando in alcune città della Beozia, antica regione della Grecia, mentre si sa dagli epistolari di Paolo di Tarso che da giovane, insieme all'amico, si trovò con lui a Filippi, a Roma, ma anche a Gerusalemme. Divergono invece le teorie su dove il santo sia morto: alcuni sostengono che San Luca morì ottantaquattrenne in Beozia, dopo aver terminato di scrivere il Vangelo e gli Atti degli Apostoli, mentre altri collocano la sua morte in Bitinia, una regione settentrionale della moderna Turchia.