BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PROFUGHI/ Immigrati nella casa parrocchiale, le mamme ritirano i bambini dal catechismo

Le mamme di un paesino in provincia di Como hanno rotirato i loro figli dal catechismo perché nella stessa struttura parrocchiale il parroco ospita tre profughi ecco cosa è successo

Immagine di archivio Immagine di archivio

Guerra fra mamme e parroco, in mezzo bambini e migranti. Succede a Sorico, paesino in provincia di Como, dove tre profughi della Costa d'Avorio sono ospitati da qualche tempo nella locale casa parrocchiale. Hanno a disposizione anche la cucina. Proprio nella cucina, date le piccole dimensioni della struttura, il parroco tiene lezioni di catechismo ai bambini dell'oratorio. Ma adesso le mamme non ci stanno più: non è igienico, dicono e hanno ritirato i loro figli dal catechismo: "O loro o i nostri figli perché non è igienico fare lezione dove i tre stranieri hanno la cucina". Il problema, sembrerebbe, è che i tre profughi rimangono in quel locale anche durante le lezioni invece dicono le mamme almeno in quelle ore se ne dovrebbero andare. La risposta del parroco è stata semplice e lineare: sono persone in ottimo stato di salute e molto brave, non esiste alcun problema, non li  manderò via. Fine della storia? Vedremo.

© Riproduzione Riservata.