BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TANGENTI/ Dario Lo Bosco ai domiciliari, arrestato il presidente di Rete ferroviaria italiana

Agli arresti domiciliari il presidente di rete ferroviaria italiana e due dirigenti del corpo forestale della regione Sicilia: si tratterebbe di tangenti per vari servizi di ammodernamento

Immagine di archivio Immagine di archivio

Inchiesta tangenti in Sicilia, il caso riguarderebbe un appalto da 26 milioni di euro per l'aggiornamento della comunicazione della Guardia forestale siciliana. Non solo: nel corso delle indagine sono spuntate presunte prove di altre tangenti per pagare un progetto riguardante sensori che seguono la corsa dei treni. In questo modo si è arrivati a Dario Lo Bosco, presidente di Rete ferroviaria italiana e docente universitario, da oggi agli arresti domiciliari. Nell'inchiesta portata avanti dalla procura di Palermo anche due dirigenti del Corpo forestale regionale, Salvatore Marranca e Giuseppe Quattrocchi, arrestati per concussione e induzione indebita. Si parla di mazzette da 150mila e 90 mila euro per l'ammodernamento delle radiocomunicazioni delle torrette di avvistamento della forestale. Ma l'inchiesta sembra solo all'inizio e potrebbe coinvolgere molte altre persone.

© Riproduzione Riservata.