BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INFIBULAZIONE/ Tolte ai genitori due bambine nigeriane costrette a subire la mutilazione genitale

Pubblicazione:giovedì 8 ottobre 2015

Immagine di archivio Immagine di archivio

Da adesso le due bambine sono adottabili, perché ai loro genitori è stato tolto ogni diritto di mamma e papà. E' successo all'Aquila dove la corte di Cassazione ha confermato la sentenza già espressa in secondo grado: tolta la patria potestà ai genitori. Il motivo? I due di origine nigeriana le avevano portate nel paese africano e con la scusa del viaggio avevano fatto praticare loro la terribile pratica dell'infibulazione, la mutilazione genitale femminile praticata per ragioni religiose da diversi appartenenti all'Islam, ma non solo. Oltre alle due bambine anche il fratello è stato allontanato dai genitori che tra l'altro si trovano già in carcere condannati per sfruttamento della prostituzione e riduzione in stato di schiavitù. I due hanno cercato di addossare la colpa dell'operazione alla nonna dicendo che non potevano opporsi perché trattasi di tradizione locale. Gli avvocati difensori adesso vogliono rivolgersi alla Corte europea dei diritti dell'uomo.



© Riproduzione Riservata.