BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTA CATERINA D’ALESSANDRIA/ Santo del giorno, il 25 novembre si celebra Santa Caterina d'Alessandria

Pubblicazione:

(InfoPhoto)  (InfoPhoto)

SANTA CATERINA D’ALESSANDRIA. SANTO DEL GIORNO, IL 25 NOVEMBRE SI CELEBRA SANTA CATERINA D’ALESSANDRIA - Il 25 Novembre si festeggia una grande santa del cristianesimo delle origini: Santa Caterina d'Alessandria. Si tratta di una delle donne più famose e celebrate, nonostante gran parte della sua vita sia avvolta nel mistero e le sue stesse origini siano dubbie. Secondo la tradizione agiografica Santa Caterina sarebbe morta nel 305 d.C., unica data specificata nei testi che riguardano la sua vita. Nonostante ciò non vi sono notizie sulla santa precedenti al VI secolo, periodo in cui nascono diverse leggende ed il suo culto inizia ad avere ampissima diffusione in tutta Europa.Santa Caterina è rappresentata come una giovane cristiana di nobili origini che vive ad Alessandria d'Egitto, grande città commerciale e punto di incontro di genti e culture differenti. Abitava qui quando arrivò Massimino Daia, governatore della regione, in onore del quale furono avviati diversi festeggiamenti e fatti numerosi sacrifici agli dei, a cui anche i cristiani erano tenuti a partecipare. La giovane e bella Santa Caterina si recò allora da Massimino e cercò di convincerlo a riconoscere Gesù Cristo come figlio dell'unico Dio. Il governatore decise di convocare un gruppo di filosofi che riuscisse, invece, a convincere la ragazza a venerare gli dei, ma il risultato fu inaspettato: furono proprio gli intellettuali a divenire monoteisti. Massimino, infuriato, fece giustiziare gli uomini e chiese in sposa Santa Caterina, la quale rifiutò ripetutamente. Il governatore lo condannò, allora, ad un terribile martirio: quello di essere continuamente lacerata e straziata da una ruota dentellata, fino alla completa morte. Per grazia divina la giovane riuscì a salvarsi per poi essere decapitata. Il suo corpo fu trasportato dagli angeli nel Sinai, mentre in data sconosciuta fu fondato nella stessa regione un monastero dove le sue spoglie furono traslate. Secondo studi recenti la figura di Santa Caterina d'Alessandria fu confusa, o meglio soppiantò quella di Ipazia, filosofa e scienziata nata ad Alessandria e vissuta nello stesso periodo in cui si colloca la vita della santa. Si tratta di una donna di cultura, figlia di Teone, famoso geometra, filosofo ed astronomo del quale imparò le arti, ed era pronta a succedergli quando fosse venuto a mancare. Acquisì una fama talmente estesa da crearsi numerosi nemici, soprattutto tra i cristiani, ma anche tra gli uomini intellettuali. Durante il periodo di quaresima un gruppo di fanatici si appostò fuori casa sua e la sorprese prima che riuscisse a rientrare: fu trascinata in chiesa ed orrendamente dilaniata e fatta a pezzi con dei cocci. Infine, smembrata, fu bruciata, onde eliminarne qualsiasi traccia. Il suo omicidio non passò inosservato e fu condannato duramente anche dalla comunità cristiana, che per questo motivo avrebbe conservato la sua memoria sotto il nome di Santa Caterina

SANTA CATERINA D’ALESSANDRIA, SANTO DEL GIORNO: FESTE A LEI DEDICATE - In suo onore, a Santa Caterina, in Salento, viene organizzata una grossa festa, in quanto protettrice della città. In ricordo del suo martirio, lungo la marina di Nardò, vengono distribuiti pani e dolci dalla tipica forma a ruota, da pasticcieri e fornai della zona. E' festeggiata anche a Santa Caterina Villarmosa (CI), a cui è dedicata la Chiesa Madre, e durante i cui festeggiamenti molti cittadini immigrati ritornano in patria. Il 24 novembre, in onore della santa, i giovani di ogni quartiere organizzano un enorme falò, mentre il giorno dopo si tengono processioni, concerti, danze e spettacoli pirotecnici. La città di Santa Caterina Villarmosa è un comune in provincia di Caltanisetta, in prevalenza collinare. La zona è di spiccato interesse storico: vi si trova il parco archeologico di 'Cozzo Scavo', che ha restituito reperti appartenenti all'età del Ferro. All'interno della Chiesa Madre, nel centro della città, sono invece conservate le reliquie di Santa Caterina

I SANTI E I BEATI DEL 25 NOVEMBRE - Nello stesso giorno si celebrano molti altri santi, tra i quali Sant'Audenzio di Milano venerato a San Giulio d'Orta e la Beata Beatrice di Ornacieu, vergine e monaca dell'ordine certosino, solitamente raffigurata con il chiodo della croce di Cristo in mano.

< br/>
© Riproduzione Riservata.