BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BOLLETTINO METEO/ Calabria, morto operaio colpito da un palo della luce Le previsioni di oggi (martedì 3 novembre 2015)

Pubblicazione:martedì 3 novembre 2015 - Ultimo aggiornamento:martedì 3 novembre 2015, 11.02

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

BOLLETTINO METEO, LE PREVISIONI DI OGGI: SOLE AL SUD, NUBI AL CENTRO-NORD (OGGI, MARTEDÌ 3 NOVEMBRE 2015) - Pasquale Princi, 25 anni, è morto stamane dopo essere stato ricoverato ieri nell'ospedale di Reggio Calabria. Il giovane ieri si trovava stava lavorando con altri operai nei pressi di un palo della luce al ripristino della linea elettrica in località San Roberto. A causa del maltempo delle ultime ore il palo della luce era evidentemente danneggiato e improvvisamente è crollato addosso a Princi. Ricoverato in ospedale, è purtroppo deceduto stamattina, vittima del maltempo che ha devastato ampie zone della Calabria.

BOLLETTINO METEO, LE PREVISIONI DI OGGI: SOLE AL SUD, NUBI AL CENTRO-NORD (OGGI, MARTEDÌ 3 NOVEMBRE 2015) - Torna il bel tempo sulle regioni meridionali, anche se sulla Sicilia sono attesi nuovi locali addensamenti più consistenti. Lo fa sapere il Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare nel bollettino dedicato alla giornata di oggi, martedì 3 novembre 2015. Al Nord Italia delle velature compatte interesseranno al mattino le regioni occidentali e dal pomeriggio si estenderanno ai restanti settori, intensificandosi su Piemonte, Valle D'Aosta, Lombardia, Liguria ed Emilia-Romagna, dove si verificheranno dei locali piovaschi e qualche fiocco di neve ad alta quota. Sono inoltre previste molte nubi sulla Sardegna con deboli piogge specie sul settore orientale, mentre al Centro il sole torna a splendere ma con nuvolosità medio-alta consistente in arrivo pomeridiano su Umbria, alto Lazio e Toscana, con possibilità di fenomeni sparsi sulle aree costiere di quest'ultima. Per quanto riguarda infine le temperature, le minime sono in aumento sulla Sardegna e sulle aree alpine e prealpine, mentre sono in diminuzione al Sud. Massime in tenue rialzo sulle due isole maggiori, su Toscana, Emilia-Romagna, Umbria, Marche e sulle zone appenniniche.



© Riproduzione Riservata.