BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAPA E AFRICA/ Rose Busingye: con i musulmani abbiamo incontrato il volto di Dio

Francesco in Uganda (Infophoto) Francesco in Uganda (Infophoto)

Che Cristo è per tutti gli uomini. L'arrivo del papa ha fatto vedere quel qualcosa per cui sei nato, anche se sei musulmano sei fatto per questo. Il problema nasce quando non sai chi sei. E' andato nella moschea per comunicare ai musulmani per cosa sono fatti, cosa può riempire quel vuoto che spesso li fa essere violenti.

 

Basta questo per fermare la violenza?

E' il vuoto che porti dentro a farti diventare violento, perché non sai cosa può riempire la tua vita. Uno che desidera la morte degli altri vuol dire che l'ha desiderata prima per se stesso, è un odio alla vita, non amore alla vita. Uno che ama la vita la dona. Il papa è andato alla moschea a dire che anche loro sono amati, fatti per la vita. Sei amato di un amore eterno, Dio ti guarda e ti genera. Questa è la speranza anche per l'Europa.

 

Cosa ti lascia questa visita di Francesco?

Mi lascia con la certezza che Dio ha pietà del mio niente e che ancora di più ha pietà di me, è venuto a trovarmi. E' stato come le campane delle chiese che suonano: Dio è ancora lì alla mia porta che bussa per chiedere di entrare.

 

(Paolo Vites)

© Riproduzione Riservata.