BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ULTIME NOTIZIE/ Oggi, Londra: Evacuata lastazione di Marylebone per sospetto attacco terrorista (11 dicembre 2015)

Ultime notizie di oggi, le ultim'ora del 11 dicembre 2015: La Cassazione ha rinviato a domani la decisione sul caso Garlasco che vede accusato dell'omicidio di Chiara Poggi Alberto Stasi.

Parlamento Italiano (Infophoto) Parlamento Italiano (Infophoto)

A Londra è stata evacuata la stazione della metro Marylebone per un sospetto attacco terrorista lo riporta Standard.co.uk che rivela come centinaia di persone siano state fatte uscire dalla stazione dopo che era stato visto del fumo da una metro proveniente da Chiltern Railways. I numerosi testimoni presenti hanno parlato di molto fumo che andava riempiendo la stazione come se ci fosse un incendio in corso. La paura in questo periodo è davvero molta in questi casi e la prudenza mai troppa. Fatto sta che ogni misura di sicurezza è stata presa per evitare problemi ai cittadini londinesi.

Ci si aspettava oggi una decisione dalla Cassazione sul caso di Garlasco che vedeva coinvolto Alberto Stasi accusato dell'omicidio della sua ex fidanzata Chiara Poggi nell'agosto del 2007. E' stato deciso di rinviare il giudizio a domani dopo un lungo dibattimento nel pomeriggio di oggi. A rivelarlo è stata la trasmissione condotta a da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero su Rete 4, Quarto Grado. L'uomo era stato assolto in primo e secondo grado per poi essere condannato a 16 anni di carcere nell'appello bis. Si aspetta quindi nella giornata di domani la decisione definitiva della Cassazione.

L'Unione Europea ha comunicato che ci sarà un arbitrato per le quattro banche italiane che sono fallite mandando in crisi molti investitori. La UE ha dato parere favorevole alla proposta della Consob per stabilire se in effetti ci siano stati comportamenti fraudolenti verso gli investitori. Ora il governo italiano dovrà decidere quale procedimento seguire.  "La riforma del sistema del credito è quanto mai urgente, come abbiamo visto non solo nelle ultime ore ma nell'ultimo anno con la riforma delle popolari" ha detto Matteo Renzi.  Mentre il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco ha aggiunto: "Le consideriamo con un impegno che e' massimo, facendo il meglio ed essendo sicuri di aver fatto il meglio. Si riferirà in tutte le sedi a ciò deputate, con tutta la dovizia di particolari necessaria'

Il Governo ha preparato un emendamento alla Legge di stabilità per aumentare al 17,5% il prelievo fiscale sugli apparecchi con vincite di denaro. Contemporaneamente verrà ridotto anche il payout per il giocatore. Cioè, in caso di vincita verrà restituito il 70% e non il 74% come ora. Il Governo puntata anche a modificare le pubblicità dei giochi che prevedono vincita in denaro: non potranno essere mandate in onda su radio e televisioni durante la fascia protetta, ovvero dalle 7:00 alle 22:00. Il Sostito Procuratore generale della Cassazione ha chiesto oggi di annullare la condanna comminata ad Alberto Stasi per l'omicidio di Chiara Poggi. Va specificato che l'annullamento richiesto è con rinvio, con l'obiettivo di valutare al meglio la sentenza di condanna. In particolare a sembrare debole è il movente. Il Pg ha cercato si spiegare che nel merito non si tratta di stabilire se Stasi sia colpevole o innocente, ma se la sentenza è stata fatta bene o male. "A me pare che la sentenza sia da annullare", ha quindi aggiunto.  Il decreto salva banche continua a far discutere e ad alimentare anche il dibattito politico. Matto Renzi, parlando all'Accademia dei Lincei, ha evidenziato la necessità di riformare il sistema del credito. "L'Italia - ha detto - ha bisogno di un sistema finanziario sano ed efficiente per permettere alle imprese di tutte le taglie di esprimere pienamente il proprio potenziale economico". Il Direttore generale della Banca d'Italia, Salvatore Rossi, dalle pagine del Corriere della Sera ha spiegato che sul provvedimento  "è innegabile che ci sia stata una diversità di vedute tra autorità italiane, il governo in primis ma anche noi, e Bruxelles". L'Istat ha diffuso i dati relativi alla produzione industriale di ottobre, aumentata dello 0,5% rispetto a settembre e del 2,9% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Nella media del trimestre agosto-ottobre, la crescita è stata dello 0,2%, mentre guardando ai primi dieci mesi dell'anno, il balzo è stato dell'1,1%. Si tratta di numeri superiori alle aspettative, nonostante il clima di incertezza sui mercati internazionali. Ancora una volta, guardando i settori industriali, a fare la parte del leone è l'automotive, con un balzo del 56,8% rispetto a ottobre 2014 e un andamento aggregato nei primi dieci mesi del 2015 in crescita del 46,8%. 

L'indagine è stata condotta nei mesi di novembre e dicembre in oltre 158 comuni italiani. Rispetto alle ultime indagini condotte nel 2011, e basate sul numero di soggetti che hanno scelto di usufruire di servizi di assistenza notturna e di mensa, i valori rivelati non promettono nulla di buono. Si è passati da un numero di senza tetto poco più superiore ai 47mila a quasi 51 mila senza fissa dimora. Di questi, la maggior parte vive nel nord-ovest. Nel nord est, invece, si registra una riduzione della presenza di senza tetto di quasi il 2%. Al sud, invece, aumenta il numero dei soggetti con difficoltà e senza una fissa dimora. Le indagini, inoltre, confermano che la maggior parte dei senza fissa dimora sono uomini, con frequenza stranieri, e con meno di 54 anni. Mentre il numero dei senza tetto continua a destare timori e preoccupazioni, cresce invece il numero degli occupati, sebbene la ripresa economica sia ancora piuttosto lenta nel sud e nelle isole.

Dopo lunghe indagini la polizia ed i carabinieri di Caserta hanno messo in atto un maxi blitz contro la famiglia dei Casalesi, che subisce una grave perdita. Il clan camorristico che è riconducibile al capo Michele Zagaria, perde, poiché sequestrato dalle forze dell'ordine, un centro commerciale del valore di oltre sessanta milioni di euro. 28 in tutti gli arrestati con le accuse di associazione a delinquere di stampo camorristico, riciclaggio, estorsione e concorso in associazione mafiosa. Tra gli indagati spunta il nome dell'attuale sindaco di Trentola Ducenta, tutt'ora irreperibile.

Secondo quanto riporta l'Ansa, la Procura di Civitavecchia ha aperto un fascicolo contro ignoti per istigazione al suicidio sulla morte di Luigino D'Angelo, il pensionato che si è tolto la vita dopo aver perso i risparmi nel fallimento di Banca Etruria. Sembra quindi essere stata accolta la richiesta del Codacons. Intanto la vedova di D'Angelo ha rilasciato una dichiarazione ai giornalisti che si sono radunati intorno alla sua abitazione, spiegando che andrà avanti, se ce la farà. Su questa tragedia è intervenuto anche il Segretario Generale della Cei, Nunzio Galantino, che ha dichiarato: "Speriamo che questo faccia riflettere un po' tutti quanti noi a non misurare la vita e il progresso della civiltà soltanto col Pil".

Se i sindaci Pisapia, Doria e Zedda chiamano a raccolta tutto il centrosinistra per una grande alleanza per evitare di far vincere il centrodestra, Nichi Vendola, leader di Sel, manda messaggi di tutt'altro tenore, dicendo che "allearsi con il Pd oggi equivale all'eutanasia del centrosinistra". L'ex Governatore della Puglia ha spiegato che il Premier ha governato con un pezzo di centrodestra e ha ricordato come lo stesso Berlusconi abbia riconosciuto che Renzi è riuscito a fare quello che lui avrebbe voluto fare. Un'altra esponente di Sel, ovvero Laura Boldrini, ritiene invece che "se non si sta insieme non si ferma l'avanzata della destra populista, che peraltro nella società alimenta la contrapposizione e la paura. Condizioni che fanno vivere tutti peggio". Il Presidente della Camera ha spiegato all'Ansa che "bisogna lavorare per fare dei ponti per cercare dei punti in comune e non di divergenza".

Filippo Penati è stato assolto dal Tribunale di Monza, insieme agli altri nove imputati e alla società Codelfa, nell’ambito del processo sul cosiddetto “Sistema Sesto”. L’accusa, per l’ex Presidente della Provincia di Milano, era quella di corruzione e finanziamento illecito ai partiti e il Pm Franca Macchia aveva chiesto una condanna a 4 anni. Tuttavia, i giudici hanno respinto la richiesta e assolto Penati perché “il fatto non sussiste”. La sentenza è stata ovviamente accolta con soddisfazione dall'ex Sindaco di Sesto San Giovanni, secondo il quale ha dichiarato: "Si è messo fine a un'ingiustizia durata quattro anni e mezzo. Esce pulita la mia immagine di amministratore ed è stata restituita la mia onorabilità".

Sono scoppiate le prime tensioni tra tifoserie in occasione della partita Napoli Legia Varsavia. Questa notte all'esterno della stazione Garibaldi sono stati registrati scontri tra la tifoseria partenopea e quella del Legia Varsavia, che questa sera si affronteranno al San Paolo per l'ultima giornata dei trentaduesimi di Europa League. Diversi tifosi polacchi hanno acceso la miccia scontrandosi proprio contro quelli del Napoli presenti in Piazza Garibaldi, utilizzando bombe carta, mazze di ferro e bastoni. La guerriglia è stata sedata dopo oltre trenta minuti di scontro con l'intervento delle forze dell'ordine. Il bilancio dei feriti non è certo rassicurante: 9 agenti del reparto mobile sono rimasti feriti per placare lo scontro, più due tifosi polacchi. Sedici, invece, gli arresti. 

Tragedia dal sottofondo inquietante di un fallimento di una banca: un cliente vede perdere tutti i risparmi di una vita e decide di togliersi la vita: succede a Civitavecchia con un 68enne che lascia le ultime parole su un bigliettino per la moglie vicino al suo corpo trovato poi senza vita in casa, impiccato alla scala del villetta. A scoprire l’assurda tragedia è proprio la moglie che sotto choc ha dato la notizia alla polizia: è successo il 28 novembre scorso, subito dopo la scoperta del fallimento di alcune banche italiane, ma viene reso noto solo ora per l’interessamento di alcune associazioni di consumatori (Adusbef e Federconsumatori) che hanno espresso loro condoglianze in questo modo: «un risparmiatore di Civitavecchia che si è suicidato dopo aver appreso di aver perso i risparmi di una vita investiti nella Banca Popolare dell'Etruria e Lazio, oggetto dell'esproprio criminale del risparmio anticipato del bail-in» in una nota lasciata all’agenzia Ansa.

Una decisione all’ultimo decisa dal Ministro Maria Elena Boschi con la convocazione straordinaria della Conferenza dei capigruppo, pone la fiducia sul voto di oggi riguardo al reato di omicidio stradale. È un disegno di legge del governo che intrude nell’ordinamento italiano i reati di “omicidio stradale” e di “lesioni personali stradali gravi o gravissime”. L’opposizione protesta e sopratutto Forza Italia che accusa il Pd contro un provvedimento che così come è in questo momento «è un testo demagogico che va contro la Costituzione e mette anche ad un neopatentato il rischio del carcere per 18 anni». Il relatore del dl Giuseppe Cucca (Pd) tira dritto con una modifica rispetto alla versione della Camera, ma tant’è oggi dalle 12.40 in poi in Parlamento ci sarà il voto di fiducia su questo provvedimento che da molti anni in tanti richiedono ma che poi per varie vicende più o meno legittime non è mai approdato in Aula.

Ieri, dopo sette anni, il petrolio subisce un lieve aumento del prezzo, allontanandosi dai minimi storici a cui ci aveva abituati. Le Borse europee, purtroppo, non riescono a sfruttare il miglioramento, e falliscono nel concretizzare il rimbalzo. Il quadro europeo, quindi, resta ancora piuttosto instabile con marcati e preoccupanti segnali di debolezza da parte del grande colosso cinese, in cui si registra una lenta ripresa della domanda di materie prime. Continua comunque la sfida se non lotta internazionale tra i due leader del settore, Arabia Saudita e America che dopo la scoperta dello shale gas e oyl ha decisamente invertito la tendenza che vedeva gli Emiri saldamente come leader mondiali nella compravendita del “oro nero”. Quali dunque i prossimi passi, si comprenderanno ovviamente solo nei prossimi mesi, anche monitorando la situazione delle varie guerre presenti o future in Medio Oriente.

Si è aperto a Roma l' anno Santo della Misericordia, alla presenza di due Papi, quello in carica Francesco, e quello emerito Benedetto XVI. Ieri, ancora il Santo Padre rimarca l'importanza di questo evento, ricordando che non si tratta semplicemente di un buon evento, bensì di una occasione di cui la Chiesa, i cristiani e l'intero Mondo ne hanno effettivamente bisogno. Questo anno santo della Misericordia é l'occasione di sperimentare il perdono di Dio e la sua vicinanza a noi, sopratutto nei momenti più difficili della nostra vita. Durante questo anno, quindi, anche la chiesa deve rinnovarsi e tentare di far conoscere a tutti il vero senso del Vangelo e della vita cristiana. Allo stesso tempo, Papa Francesco ricorda che solo una Chiesa Misericordiosa, così come lo è con noi il nostro Padre, può risplendere di vera luce e guidare il popolo dei cristiani a vivere e conoscere nel modo migliore l'esperienza di Dio, aprendo il nostro cuore alla misericordia di Dio.

Continua purtroppo la brutta striscia di sangue generata da complessi e violenti rapporti di coppia, con un altro caso di femminicidio che ieri è avvenuto in Lombardia, in quel di Varese. Un muratore albanese di 42 anni uccide a coltellate la moglie, sua connazionale, di 32 anni. La donna dormiva accanto al figlio di 3 anni. L'uomo, dopo aver chiamato la cognata, si costituisce ai carabinieri senza rivelare la ragione del suo terribile atto. I primi testimoni raccontano di come la coppia sia sempre stata tranquilla e che diede problemi ai vicini solo per qualche lite in casa con altri parenti. “Un onesto lavoratore e una brava donna” i racconti dei testimoni attoniti che vivevano nelle vicinanze e che conoscevano la coppia albanese in Italia da oltre 10 anni. Si indaga ora sul movente dell’uomo e sono già state fatte le analisi sull’uomo per verificare che non fosse sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o di alcol.

© Riproduzione Riservata.