BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NATALE A MILANO/ Sotto il sole all'ombra del panettone col gelato (ma senza la cassoeula)

infophoto infophoto

Ed è stato un successo il gelato delle regioni ideato dal titolare Antonio Morgese: 48 tonnellate di gelato artigianale prodotto quotidianamente nei laboratori di Milano, per un totale di oltre 400mila tra coni e coppette. Tra i gusti più gettonati il Cioccolato di Modica, il Pistacchio di Bronte e la Nocciola IGP del Piemonte che, assieme a Mandorlato di Cologna Veneta, e al 7 Luppoli Poretti, costituiscono i gusti che vanno a farcire questi panettoni.

Ma c’è di più: il titolare, dopo Expo, ha deciso di assumere un buon numero di chi gli ha permesso il successo (5 risorse su 14) e addirittura ha proposto di far diventare l’esperienza della sua postazione itinerante che ha rinfrescato i visitatori di Expo, qualcosa di permamente a Milano, così da assumere altro personale. Con un quid in più: una parte del ricavato secondo Antonio Morgese, potrebbe andare a finanziare qualche opera per la città.

Che dire? Un pensiero stupendo, che non arriva da una multinazionale aggressiva, ma da un gelatiere che con la qualità dei suoi gelati ha ricevuto consensi in una città, verso la quale si sente di restituire qualcosa. Solo per questo andrei a comprare quel panettone al gelato. E col sole che splende, ci sta. Splende il sole anche di una creatività rinnovata, di una voglia di mettersi insieme. Buon Natale! Paolo Massobrio

© Riproduzione Riservata.