BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VATILEAKS 2/ Mirabelli: la libertà di stampa non ha a che fare con documenti trafugati

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Gianluigi Nuzzi (Infophoto)  Gianluigi Nuzzi (Infophoto)

Se c'è consapevolezza della provenienza da reato dei beni che si ricevono traendone un profitto, può configurarsi questo reato; la  ricettazione in ipotesi sarebbe avvenuta in Italia. Nel nostro caso, le norme in base alle quali si procede riguardano dei reati speciali, disciplinati da una legge speciale, quella cui faceva riferimento lei poco fa, voluta dal papa.

Francesco Merlo su Repubblica ha puntato il dito contro un "ingranaggio inquisitorio", quello Vaticano, alla base del quale ci sarebbe il codice Zanardelli del 1889.
Autorevoli penalisti hanno più volte richiamato la maggiore apertura del codice Zanardelli rispetto al codice Rocco, perché ispirato a principi più liberali e non  autoritari come nel secondo. 

Perché secondo lei si assiste a questa indignazione generale, di cui sarebbe vittima la libertà di stampa?
I motivi possono essere molti e diversi, ma non vorrei che si confondano le inchieste giornalistiche, da apprezzare se offrono una genuina e libera informazione all'opinione pubblica, con il trafugamento di documenti. Vedo molta superficialità e sensazionalismo, mentre mi sembra che manchi la pazienza di seguire il processo, che è pubblico, ed attendere l'accertamento dei fatti e delle responsabilità.

(Federico Ferraù) 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.