BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STUDENTI TRANS/ Università, ecco il doppio libretto: si potrà usare un alias

Pubblicazione:

foto:Infophoto  foto:Infophoto

E’ riuscita a superare l’esame di francese all’Università di Catania, ma la vera novità è un'altra: Agnese Vittoria è una transgender e sull’attestato le hanno riconosciuto il nome al femminile e il titolo di “studentessa”. Ne parla il “Corriere della Sera”. Sostenuta dai Radicali catanesi, ha chiesto di poter avere un doppio libretto al suo ateneo. Ad ottobre lo ha ottenuto: da una parte ha quello “legale”, con il nome anagrafico e che è visibile solo alla segreteria, e dall’altro quello “pubblico” da utilizzare per gli esami, garantendo così la sua privacy. «Per me è fondamentale — dice Agnese al Corriere della Sera —. Prima, ogni volta che avevo un test dovevo affrontare sguardi inquisitori, risatine, umiliazioni. Ora è tutto più facile». La stessa cosa è avvenuta anche in altri atenei che si sono adeguati alle esigenze degli studenti: oltre Catania, anche Torino, Milano, Padova, Verona, Bologna, Bari, Napoli e Urbino. Negli Stati Uniti sono circa cento le università che riconoscono agli studenti questa possibilità. Addirittura l’università del Vermont ha riconosciuto ad una matricola la facoltà di utilizzare il pronome “they”, cioè loro al posto di lei o lui. (Serena marotta) 



© Riproduzione Riservata.