BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ELENA CESTE/ News, l'amico di Michele Buoninconti: è come un leone in gabbia

Michele Buoninconti "è provato ma si fa forza: è un leone in gabbia". Lo ha detto, dopo un incontro in carcere, un amico dell'uomo accusato di aver ucciso la moglie Elena Ceste.

Elena CesteElena Ceste

Michele Buoninconti "è provato ma si fa forza: è un leone in gabbia". A parlare, intervistato da La Nuova Provincia, è un amico dell'uomo che dal 29 gennaio scorso è in carcere con l’accusa di aver ucciso sua moglie, Elena Ceste. "Sta collaborando con gli avvocati, a cui ha dato fiducia, per difendersi", spiega ancora l'uomo che è andato a trovare Buoninconti presso il carcere di Quarto ad Asti. "Abbiamo dato vita ad un gruppo su Facebook per dimostrargli il nostro sostegno e la nostra fiducia - ha aggiunto l'amico nell'intervista - perché crediamo nella sua innocenza. In questi ultimi tempi ci siamo visti spesso, prendevamo un caffè insieme. E ho voluto andare a trovarlo in carcere per rimanergli vicino anche in questo momento difficile e delicato". In carcere, Michele Buoninconti "va d'accordo con il suo compagno di cella e con gli altri detenuti, che scherzano e fanno anche qualche battuta con lui. Legge la Bibbia e i giornali e guarda la tv. Mi ha chiesto anche notizie dei figli e voleva persino darmi dei dolci da portare a casa ai miei bambini".

© Riproduzione Riservata.