BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FECONDAZIONE/ Se avere tre genitori non è un progresso

Pubblicazione:giovedì 5 febbraio 2015

Infophoto Infophoto

Ma tre genitori non sono meglio di due, soprattutto se ciò che una anonima donatrice presta alla madre biologica si trasmetterà alle generazioni future, ipotecandone lo sviluppo con una serie di interrogativi per i quali non abbiamo ancora risposta. Bioeticisti e scienziati sembrano concordare sulla sostanziale ambiguità che la donazione mitocondriale pone al soggetto appena concepito e a tutti i suoi discendenti. E’ un salto nel buio che il bambino dovrà fare da solo, mentre intorno a lui si affolleranno tanti scienziati diversi, curiosi e attenti osservatori di un vero e proprio “fenomeno umano”. Un bambino in vetrina, nel migliore dei casi, perché qualsiasi cosa gli accadrà diventerà ipso facto oggetto di nuovi studi e nuove sperimentazioni, nella speranza che non si ripresenti una caso analogo a quello della pecora Dolly, tanto esaltato a suo tempo, quanto mai più ripetuto per le gravissime conseguenze a cui la pecora andò incontro… Ma un bambino non è una pecora! Gli animalisti insorgerebbero convintamente contro una sperimentazione selvaggia sugli animali, per cui a maggior diritto abbiamo il dovere di esprimere tutto il nostro dissenso, per tutelare ogni bambino in se stesso, sottraendo lui e le generazioni future che da lui potrebbero prendere vita, dagli effetti di esperimenti puramente strumentalizzanti.

Ma il no alla donazione mitocondriale vuole essere anche un si convinto alla attività di ricerca sulle patologie neuromuscolari, sulla distrofia muscolare in tutte le sue forme: è lì che attendiamo scienza e tecnica in un impegno convinto di cura e di riabilitazione, con tutti gli investimenti necessari a debellare una malattia così profondamente invalidante.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
06/02/2015 - la logica non è il loro forte, basta far soldi... (ANTONIO Saini)

il bello è che chi fa queste cose su esseri umani è severamente contrario a farle sugli animali e alle pratiche OGM