BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

OMICIDIO PASOLINI / Dna non attribuibili, la Procura di Roma chiede l'archiviazione

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Hanno dato esito negativo le analisi effettuate sulle tracce di Dna ritrovate sugli abiti che Pier Paolo Pasolini indossava il 2 novembre del 1975, la notte in cui venne brutalmente ucciso all'Idroscalo di Ostia. La Procura di Roma ha chiesto l’archiviazione della nuova indagine, aperta nel 2010 dopo la denuncia presentata dal cugino del poeta e scrittore, Guido Mazzon: le cinque tracce genetiche rinvenute sugli abiti non sono attribuibili a nessuna delle persone che in questi anni sono rimaste in qualche modo coinvolte nelle indagini. "È impossibile determinare se quelle tracce sugli indumenti siano precedenti, coevi o successivi all'evento delittuoso", fanno sapere da piazzale Clodio. Anche le ultime testimonianze raccolte non avrebbero fornito alcun elemento utile all'inchiesta: l'unico condannato rimane Giuseppe Pelosi, detto "la Rana", a 9 anni e 7 mesi di carcere. Adesso sarà il gip a dover valutare la richiesta di archiviazione proposta dal procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani e dal sostituto Francesco Minisci.



© Riproduzione Riservata.