BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ADOZIONI/ Senato, salta l'affidamento ai single. Forum famiglie: salvo il principio del superiore interesse del minore

Salta l'ipotesi di affidare i minori anche ai singoli. La linea del no ha prevalso e l'emendamento al disegno di legge presentato dalla senatrice del Pd Francesca Puglisi è stato ritirato

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

ADOZIONI, SALTA L'AFFIDAMENTO AI SINGLE - Il Forum delle associazioni familiari ha espresso "viva soddisfazione" per il ritiro da parte della senatrice del Pd Francesca Puglisi dell’emendamento che cancellava dalla nuova legge sull’adozione in approvazione al Senato l’obbligatorietà di specifici requisiti, ai fini dell’adozione da parte degli affidatari. Con il ritiro, si legge in un comunicato, "è stato salvato il principio secondo il quale il passaggio da affido ad adozione è possibile solo in presenza dei requisiti previsti dall’articolo 6 della legge 84/83: essere coniugati, dimostrare la stabilità del rapporto di coppia e possedere un’adeguata differenza di età con il minorenne". Si è così scongiurato "quanto temuto e denunciato da tanta parte della società civile", cioè "che si aprisse la porta all'adozione di coppie non sposate e non necessariamente eterosessuali". Secondo il Forum delle associazioni familiari è stata quindi ripristinata l’attenzione a quel “superiore interesse del minore” che anima la legge vigente "e che rischiava di essere messo in soffitta dalla nuova".

ADOZIONI, SALTA L'AFFIDAMENTO AI SINGLE - Salta al Senato l'ipotesi di affidare i minori anche ai singoli. L’emendamento al disegno di legge che modifica le norme in materia di adozioni, di cui è partita oggi la discussione a Palazzo Madama, aveva sollevato molte polemiche nei giorni scorsi: alla fine la linea del "no" ha avuto la meglio e l’emendamento è stato ritirato insieme all’ordine del giorno presentato dalla senatrice del Pd Francesca Puglisi. "Prosegue il subdolo tentativo di parte della sinistra di scardinare la famiglia – aveva tuonato poco prima il deputato di Area popolare (Ncd-Udc), Alessandro Pagano - La discussione al Senato sull’affidamento dei minori e sull’introduzione delle adozioni per i single, bypassando il requisito della 'coppia sposata', apre le porte alle adozioni gay e, di fatto, rende addirittura irrilevante lo stesso ddl Cirinnà sulle unioni civili".

© Riproduzione Riservata.