BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

GIOCARE AL GENDER?/ Cara maestra, giù le mani da mia figlia…

InfophotoInfophoto

Per finire la giornata scolastica, e far guadagnare ai piccoli un bel tocco di pane e Nutella a merenda, le maestre danno il via all'attività sportiva; alla fine della quale si invitano i compagni di corsa a toccarsi l'un con l'altra per capire come in fondo siano tutti uguali: tutti con il cuore che pompa, il fiato che manca…, aspetta aspetta… ehi a qualcuna qui sotto non manca solo il fiato!…  Ora, ditemi se per capire che a sgambinare per sei giri di campo ci si stanca tutti, occorre tastare il compagno alla stregua di San Tommaso. Anche questo a mio avviso è un po' fuorviante: io voglio sperare che — se la sera mi capita di urlare: "Ragazzi, sono staancaa!" — mio figlio mi creda subito sulla parola, senza dover mettermi a far con lui il gioco del dottore. 

Venendo agli intenti degli ideatori del progetto: il cavallo di battaglia che lo guida — insegnare il rispetto per l'altro, indipendentemente dal genere — pare solo un gran cavallo di Troia per fa passare sottobanco l'ideologia gender. La verità è che i nostri figli — seppur con pari dignità — sono tutti diversi. Mia figlia ha un corpo, una storia, una famiglia ben distinta da quella di Leo il turbolento, Miriam la musulmana, Giovanna l'orfana di padre. Per costruire stima e rispetto non servono kit preconfezionati da appiccicare assieme con una po' di colla politically correct; l'emergenza educativa si affronta con l'iniziare ad affermare con decisione la propria identità. Speriamo allora che le maestre — anziché sbianchettare differenze di sorta — tornino a sottolineare, come si faceva una volta a matita rossa, ciò che veramente conta: le diversità sessuali, religiose e sociali. 

Buon rientro a casa per tutti. 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
15/03/2015 - commento (francesco taddei)

i cattolici votano Pd perché i vescovi predicano l'accoglienza agli immigrati e le discriminazioni per i cattivoni italiani. le esperienze gender sono quello che vi meritate.