BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAPA/ Omelia di Santa Marta: la casa di Gesù ha sempre le porte aperte

Nell'omelia di stamattina presso Casa Santa Marta il papa ha rimproverato coloro che chiudono le porte della Chiesa a chi voglia ritrovare il Signore, ecco cosa ha detto

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Il rivolo di acqua spuntato dalla soglia del tempo raccontato dal profeta Ezechiele ha suggerito a Francesco stamane durante l'omelia a Casa Santa Marta l'immagine delle porte sempre aperte della Chiesa. Un rivolo che poi si trasforma in torrente impetuoso nelle cui acque tutti possono risanarsi. Fuori del tempio c'è un paralitico che da 38 anni non si muove di lì: Gesù lo risana e lo incoraggia ad andare avanti. Ed ecco che i dottori del tempio criticano questo gesto perché è sabato, qualcosa che succede anche oggi dice Francesco: "Un uomo - una donna - che si sente malato nell'anima, triste, che ha fatto tanti sbagli nella vita, a un certo momento sente che le acque si muovono, c'è lo Spirito Santo che muove qualcosa, o sente una parola o... 'Ah, io vorrei andare!'... E prende coraggio e va. E quante volte oggi nelle comunità cristiane trova le porte chiuse: 'Ma tu non puoi, no, tu non puoi. Tu hai sbagliato qui e non puoi. Se vuoi venire, vieni alla Messa domenica, ma rimani lì, ma non fare di più'. E quello che fa lo Spirito Santo nel cuore delle persone, i cristiani con psicologia di dottori della legge distruggono". La Chiesa ha detto ancora il papa, deve avere le porte sempre aperte: "Ma non solo accoglie, va a trovare la gente come è andato a trovare questo. E se la gente è ferita, cosa fa Gesù? La rimprovera perché è ferita? No, viene e la porta sulle spalle. E questa si chiama misericordia. E quando Dio rimprovera il suo popolo - 'Misericordia voglio, non sacrificio!' - parla di questo". Ha quindi concluso chiedendo come si possa chiudere la porta a chi ha voglia di rientrare nel popolo di Dio: "Chiediamo oggi al Signore nella Messa per noi, per ognuno di noi e per tutta la Chiesa, una conversione verso Gesù, una conversione a Gesù, una conversione alla misericordia di Gesù. E così la Legge sarà pienamente compiuta, perché la Legge è amare Dio e il prossimo, come noi stessi".

© Riproduzione Riservata.