BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SAN PATRIZIO/ Si celebra oggi, 17 marzo: la tradizione e i festeggiamenti per il patrono d'Irlanda

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

SAN PATRIZIO, OGGI 17 MARZO: LA TRADIZIONE E I FESTEGGIAMENTI - Il 17 marzo è il giorno dedicato a San Patrizio, patrono d’Irlanda insieme a Santa Brigida d'Irlanda e San Columba di Iona. Venerato come santo dalla Chiesa cattolica e ortodossa, San Patrizio è ormai festeggiato con numerosi eventi non solo in Irlanda ma anche in tanti altri Paesi del mondo. Nato tra il 385 e il 392 d.C. a Kilpatrick, in Scozia, arrivò in terra irlandese dopo essere stato rapito all’età di sedici anni da pirati irlandesi che lo cedettero come schiavo. Finito nell'odierna Irlanda del Nord, imparò la lingua gaelica e la religione celtica. Dopo 6 anni di schiavitù riuscì a dileguarsi e divenne successivamente vescovo. Fu allora che Celestino I lo chiamò a occuparsi dell'opera di cristianizzazione di quella che oggi è la Gran Bretagna e l'Eire. Fu attraverso il suo operato che prese vita quello che è stato definito come il Cristianesimo Celtico, che univa componenti della tradizione cristiana con quella, appunto, celtica.

Tra le varie leggende che si sono tramandate nei secoli vi è quella legata all'uso che egli fece del trifoglio per introdurre coloro che voleva convertire al concetto della Trinità. Pur minacciato spesso di morte e arrestato, portò avanti il proprio compito con dedizione e furono molti i monasteri e le abbazie da lui fondate, così come le opere di carità. Il suo operato fu così efficace che furono oltre 60 i luoghi di culto che vennero costruiti e a lui dedicati. Il più famoso di tutti si trova ovviamente a Dublino e altrettanto ovviamente porta il nome di St. Patrick's Cathedral. In 30 anni riuscì a portare a termine la missione che gli era stata affidata e in cui prima di lui aveva fallito un altro vescovo, conosciuto sui libri di storia come Palladius.

Come tutti sanno il colore legato a questa ricorrenza è il verde, ma forse non è altrettanto noto che inizialmente era il blu. Il passaggio al verde come il colore simbolo dell'Irlanda è da far risalire con tutta probabilità al 18esimo secolo ed è da ricondurre a questioni legate alla lotta indipendentista nei confronti dell'Inghilterra. Un altro dettaglio che in pochi conoscono è che un tempo questa festività era strettamente connessa a quello che è il suo originario significato, ossia di commemorazione di uno dei più grandi evangelizzatori della Chiesa cattolica. Questo spiega come mai fino agli anni '70 la normativa irlandese imponeva che i pub abbassassero le saracinesche il 17 marzo. Tutto è però mutato 20 anni fa, quando le autorità irlandesi hanno fatto cadere questo divieto e hanno cominciato a vedere nella ricorrenza in questione un modo per far conoscere l'Irlanda e la sua cultura nel mondo.

La ricorrenza è ovviamente molto sentita anche negli Stati Uniti d'America, dove forte è la presenza di cittadini d'origine irlandese. A parte la sfilata di Manhattan e quella di Boston, molto noti sono i festeggiamenti che hanno luogo a Chicago, dove le acque dei canali vengono tinte di verde. Infine, molto note e sempre assai affollate sono le sfilate che si tengono in Russia e Argentina, rispettivamente a Mosca e a Buenos Aires. Mentre a Mosca ci si ritrova tutti nella Piazza Rossa, nella capitale argentina si dà vita a una sfilata che tocca tutte le chiese e cattedrali irlandesi della città.



© Riproduzione Riservata.