BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

DIVORZIO BREVE/ Via libera del Senato: sei mesi per mettere fine al matrimonio

Con 228 voti a favore, 11 contrari e altrettanti astenuti, l’aula del Senato ha approvato oggi il ddl sul divorzio breve. Il provvedimento accorcia i tempi da tre anni a sei mesi

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Con 228 voti a favore, 11 contrari e altrettanti astenuti, l'aula del Senato ha approvato oggi il ddl sul divorzio breve. Il provvedimento, che adesso passerà in terza lettura alla Camera, prevede di accorciare da tre anni a sei mesi (un anno in caso di giudiziale) i tempi per chiedere il divorzio dopo la separazione. E’ stata invece stralciata ieri la norma sul cosiddetto "divorzio immediato" che permette ai coniugi di divorziare senza neanche passare per la fase della separazione se la decisione è consensuale e solo in assenza di figli minori oppure maggiorenni con handicap gravi o non autosufficienti da un punto di vista economico. Come fatto però sapere dal presidente di turno dell'assemblea del Senato, Maurizio Gasparri, la norma sul divorzio immediato "sarà inserita in un autonomo ddl che sarà immediatamente assegnato alle competenti commissioni parlamentari". "Approvare il divorzio breve è una cosa grande", ha commentato il capogruppo Pd, Luigi Zanda, spiegando che lo stralcio del divorzio "lampo" si è di fatto reso necessario per evitare ulteriori modifiche alla Camera che avrebbero potuto impedire un'approvazione rapida del divorzio breve.

© Riproduzione Riservata.