BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

DUPLICE OMICIDIO A PORDENONE/ Coppia trovata morta in auto: nessuna traccia dell'arma del delitto

Duplice omicidio ieri a Pordenone, dove due ragazzi sono stati uccisi a colpi di pistola. I corpi senza vita sono stati trovati in un'auto parcheggiata all'esterno del palazzetto dello sport

Immagine d'archivioImmagine d'archivio

Duplice omicidio ieri a Pordenone, dove due ragazzi sono stati uccisi a colpi di pistola. I corpi senza vita sono stati trovati in un'auto parcheggiata all'esterno del palazzetto dello sport della città friulana. La vettura appartiene a una delle due vittime, Trifone Ragone, 29enne pugliese, ucciso insieme alla fidanzata, Teresa Costanza, 30enne originaria della Sicilia. I due convivevano da un anno e, secondo gli amici ascoltati dopo il ritrovamento dei cadaveri, la vita di coppia procedeva normalmente senza dissapori. Ragone era un militare dell’esercito in servizio presso la caserma di Cordenons del reparto Ariete. La compagna, Teresa, dopo essersi laureata alla Bocconi lavorava come subagente di una compagnia di assicurazioni. Dopo l’allarme, in pochi minuti sono arrivati sul posto sia le ambulanze che i carabinieri di Pordenone: constatata la morte dei due occupanti dell'auto, una Suzuki Alto, le forze dell’ordine hanno avviato le indagini cercando innanzitutto l’arma con la quale è stato commesso il delitto. Inizialmente si credeva infatti a un caso di omicidio-suicidio, ma proprio il mancato rinvenimento dell'arma fa ormai pensare che sia coinvolta una terza persona. Sono invece stati trovati dei bossoli, appartenenti a una calibro 7.65: dei quattro colpi sparati, tre sono stati diretti contro la donna e uno contro l'uomo. Dopo i primi sopralluoghi, diversi colleghi e amici delle due vittime sono stati convocati in caserma e interrogati: il delitto non ha ancora un movente e le indagini dei carabinieri proseguono a tutto tondo.

© Riproduzione Riservata.