BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ I festini gay (blasfemi) pagati dal Comune? L'Isis ha la strada spianata…

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Bologna (Infophoto)  Bologna (Infophoto)

E sarebbe ancora un cosa tra uomini, senza mettere di mezzo Dio. Solo che Dio è in mezzo sempre, a tutto, e per sempre. Dio non si relega nel proprio cuore, o in parrocchia. Dio scandalizza e sconvolge, esige molto, per dare in cambio il centuplo e la felicità eterna. 

Questo i responsabili del Cassero non lo capiscono. Accecati dall'ideologia, convinti che libertà sia fare quel che si vuole, anche insultare il prossimo e la sua fede. Scandalizzati dallo scandalo, ché i peggiori moralisti sono proprio quelli che si scandalizzano solo per ciò che li riguarda. Non siamo tutti Charlie Hebdo, in effetti. La libertà di espressione non è libertà di insulto o disprezzo o bestemmia. E' tanto facile. Solo ideologie totalitarie possono credere il contrario, da qualsiasi parte arrivino e in qualsiasi modo si esprimano. Le teste delle statue di santi e madonne venivano abbattute e buttate nella Senna dagli Illuminati che presero la Bastiglia. Oggi rotolano sui sagrati di Siria. Ma noi siamo lontani, pensiamo sotto sotto che siano cose loro, come riteniamo beghe tra fanatici, al più, le proteste alle bravate offensive del Cassero ('sti gay… 'sti cattolici!). 

Il sindaco si preoccupa che tante buone opere di quel centro di propagazione della cultura libera vengano offuscate. I grillini, i notabili del Pd locali temono solo il destro a fanatismi irresponsabili, per non dire delle ripercussioni possibili sulla legge sulle unioni civili in dirittura di arrivo, di qualche reprimenda dai vescovi con cui si è instaurato un rapporto così buono. Qualcuno si accorgerà prima o poi che le minoranze sono proprio i cattolici? Minoranze nella stessa cattolicità, minoranze nella società sempre più ostile?

Ha ragione il cardinal Caffarra: l'Isis ha la strada spianata. Dalla nostra indifferenza e miopia, dalla nostra umanità sedata. Ma stiano attenti gli adepti della setta Lgbt: non si salveranno, neanche loro. Quando toccano i cristiani, toccano i diritti e la libertà di tutti. Lasciate stare la caccia alle streghe e la solita lettura delle crociate, per favore. Pensate alle parole di un prete argentino, che vi abbraccia e non giudica, pensate a suore e preti e infermieri e dottori con la croce al collo a servizio di tanti ammalati di Aids. Loro sono la vostra libertà. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
20/03/2015 - il vilipendio della religione pagato dai cittadini (umberto persegati)

Condivido la denuncia dell'articolista: che siano i cittadini, e fra questi anche i cattolici, a finanziare il vilipendio dei propri simboli, è gravemente scorretto e demenziale. Il Sindaco rappresenta i cittadini rispettosi delle leggi e delle opinioni altrui oppure i profanatori ed i prevaricatori?

 
20/03/2015 - Scrivi ancora così (claudia mazzola)

Grande Monica Mondo!