BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BENEDIZIONE PASQUALE/ Foligno, la preside dice di no ai frati: la legge vieta gli atti di culto a scuola

Pubblicazione:mercoledì 25 marzo 2015

Immagine di archivio Immagine di archivio

Divieto di atti di culto durante l'orario scolastico. Lo dice il Decreto legge 297/1994 articolo 11. A questo articolo si è appellata la dirigente scolastica, Simona Lazzari, che da un anno è preside dell'istituto comparivo Galilei di Sterpete, frazione di Foligno, in Umbria, per impedire ai frati di fare quello che avevano fatto da sempre, benedire cioè il complesso scolastico in previsione della Pasqua. A denunciare il divieto di ingresso sono stati i due frati che si occupano di questa tradizione, domenica scorsa, parlandone con i loro fedeli. Fratel Leonardo De Mola dei piccoli fratelli di “Jesus Caritas” ha commentato di essere rimasto sorpreso del divieto: "Siamo andati a benedire la scuola di Sterpete fino allo scorso anno. I bambini del quartiere sono i nostri bambini  Abbiamo ottimi rapporti con la scuola, c’è una grande collaborazione, tanto che utilizzano il container della chiesa anche per fare le feste della scuola". Immediate le polemiche anche su facebook per l'accaduto. La dirigente però che sostiene di aver solo applicato la legge dice adesso che se le famiglie degli alunni ci tengono proprio, la benedizione si potrà fare ma, ha precisato, fuori dell'orario delle lezioni. 



© Riproduzione Riservata.