BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ANDREAS LUBITZ / La fidanzata Maria W.: ecco perchè ha fatto schiantare l'Airbus

Disastro Airbus, l'ex fidanzata di Lubitz parla alla Bild. Le dichiarazioni scioccanti della fidanzata: 'Andreas l'ha fatto perché sapeva di non poter coronare il suo sogno'

casa Lubitz (Infophoto) casa Lubitz (Infophoto)

ANDREAS LUBITZ, LA FIDANZATA MARIA W.: ECCO PERCHÈ HA FATTO SCHIANTARE L'AIRBUS - Dichiarazioni scioccanti, quelle rilasciate alla Bild da Maria W., assistente di volo 26enne, con alle spalle una storia d'amore con Andreas Lubitz, il copilota della Germanwings, autore del disastro aereo che martedì scorso ha portato alla morte di 150 persone. La donna si è detta convinta che il suo ex fidanzato abbia causato di proposito l'incidente perché, a causa della sua depressione, non avrebbe mai potuto coronare il suo sogno di "lavorare per Lufthansa e di diventare Capitano" e di effettuare quei lunghi voli che rappresentano l'obiettivo di molti piloti. Secondo quanto emerge dalle parole pubblicate dal quotidiano tedesco, Lubitz aveva in un certo senso annunciato la sua volontà di compiere un gesto eclatante, rivelando alla sua ex compagna, che prima o poi avrebbe fatto qualcosa che avrebbe "cambiato tutto il sistema", e che tutto il mondo avrebbe conosciuto e ricordato il suo nome. Frasi che a distanza di tempo risultano inquietanti, e testimoniano come l'idea di Lubitz di far schiantare l'Airbus, non sia scaturita da un raptus di follia all'interno della cabina di pilotaggio, ma sia nata tempo fa, dopo aver acquisito la consapevolezza che i suoi sogni sarebbero rimasti irrealizzati. Maria W., fidanzata con il copilota fino a un anno fa, ha dichiarato al tabloid come il suo ex compagno non amasse parlare molto della sua malattia, e che di tanto in tanto affermasse di essere "sotto trattamento psichiatrico". Alle domande sulla sua relazione con Lubitz, la donna ha risposto che la storia si è conclusa a causa del progressivo aumento dei problemi del compagno, il quale, oltre ad urlarle contro durante le discussioni, era spesso vittima di incubi notturni in cui gridava: "cadiamo!". Per quanto riguarda i certificati di malattia stracciati, Maria W. ha detto che per lei "hanno un senso" e li considera la prova che Lubitz non volesse accettare che non aveva futuro professionale come comandante: il suo grande sogno era svanito.

© Riproduzione Riservata.