BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DODICENNE PICCHIATA/ Genova, la bulla non si pente: ridatemi il cellulare

La picchiatrice di Sestri Ponente che nei giorni scorsi è stata ripresa mentre picchiava in maniera selvaggia una dodicenne ai giardini di Villa Rossi a Genova. Non è affatto mortificata.  

foto:Infophoto foto:Infophoto

«Padre sparito, madre a San Patrignano, è cresciuta fra i vicoli di Sestri senza una vera casa. Affidata ai servizi sociali, è stata ospite della comunità alloggio Finestra sul Porto per ragazzi problematici. Da lì è scappata, ha girato un po’ per la città, fino a che gli zii materni hanno deciso di prendersene cura. Gianna vive con loro. Di giorno frequenta una scuola professionale di sartoria, di sera va ai giardinetti di Villa Rossi. Dove talvolta si rimbocca le maniche e sfoga i suoi disagi con una rabbia che spaventa». È il profilo della picchiatrice di Sestri Ponente che nei giorni scorsi è stata ripresa mentre picchiava in maniera selvaggia una dodicenne ai giardini di Villa Rossi a Genova. Non è affatto mortificata per il gesto compiuto, anzi chiede agli investigatori quando potrà riavere il suo cellulare, sequestrato insieme al pc e al tablet. Ne parla il “Corriere della Sera”. La ragazza è indagata a piede libero dalla Procura della Repubblica dei Minori per lesioni personali e diffamazione. La bulla ha precedenti in fatto di atti violenti, era infatti finita in Tribunale per rissa in passato. “Nessun senso di colpa, nessuna scusa, nessuna pietà. Come se tutto fosse normale”, dicono gli investigatori. Un atto compiuto per vendicare l’amica “regista” per una semplice offesa ricevuta, così la bulla si è prestata a picchiare la dodicenne e poi il video è stato pubblicato in rete. (Serena Marotta)

© Riproduzione Riservata.