BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INFANTICIDIO/ Mamma indagata, è sospettata di aver lasciato morire il figlio appena nato

Pubblicazione:

Immagine di archivio  Immagine di archivio

Una faccenda tutta da chiarire quella che riguarda una donna di 29 anni di Bergamo, Agnese Micoli, sospettata di aver lasciato morire il figlio. La donna si è presentata in ospedale con il figlio nato da un paio di settimane già morto, era accompagnata da un conoscente. In completo stato confusionale, non ha saputo spiegare cosa fosse successo. Nessuno però sa dire l'età del piccolo: né la donna né la nascita del bambino sono registrati in alcun ospedale della bergamasca, il sospetto è che sia nato in casa e che possa essere morto perché non è stato accudito nel modo adeguato. Secondo le prime notizie non ci sono segni di violenza sul corpo. Adesso la donna, che risulta separata da circa un anno, è ricoverata nel reparto di psichiatria dell'ospedale di Bergamo. A portare ancora più confusione nel caso la dichiarazione del padre della donna che dice di non aver saputo nulla della nascita del nipotino, così come i vicini di casa dicono di non aver mai visto il bambino.



© Riproduzione Riservata.