BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SACRA ROTA/ Cos'è il tribunale che ha annullato il matrimonio tra Valeria Marini e Giovanni Cottone

Pubblicazione:giovedì 2 aprile 2015

Valeria Marini Valeria Marini

SACRA ROTA, COS'È IL TRIBUNALE CHE HA ANNULLATO IL MATRIMONIO TRA VALERIA MARINI E GIOVANNI COTTONE - Il Tribunale della Sacra Rota ha annullato il matrimonio tra Valeria Marini e Giovanni Cottone celebrato il 5 maggio 2013. L’imprenditore, ha fatto sapere la showgirl in una nota riportata ieri su Facebook, le aveva nascosto “l’esistenza di un suo precedente matrimonio concordatario celebrato in chiesa con un’altra donna a Palermo dal quale erano nati due figli e che non era mai stato annullato da alcun tribunale”. Ma che cos’è il Tribunale della Rota Romana, nota anche come Sacra Rota? Si tratta del tribunale ordinato dalla Santa Sede, fondato attorno al 1331 per volontà del Papa Giovanni XXII. Il nome deriva dalla forma circolare del tribunale: in questa parte della costruzione si pongono i giudici, definiti auditori, i quali hanno il compito di giudicare la causa per la quale vengono convocati ed emanare la sentenza. Attualmente, i giudici che si riuniscono per svolgere questo compito sono dodici, e questi sono tutti cappellani, i quali ancora oggi vengono nominati dal Papa: il Santo Padre infatti ha il compito di scegliere chi sono i giudici che dovranno ascoltare i vari casi e pronunciarsi su di essi.

Per circa trent'anni, la Sacra Rota dovette interrompere la sua attività di tribunale: questo perché la città di Roma, attorno al 1870 venne occupata, e questo di fatto impedì ai cappellani di potersi riunire e dunque emanare le sentenze che venivano loro richieste. Dopo trent'anni circa, la Sacra Rota venne ripristinata da Papa Pio X, attorno al 1907, il quale decise di ridare tutti i poteri ai cappellani della Sacra Rota, che vennero nuovamente nominati. Il tribunale della Sacra Rota funziona in maniera particolare: a turno, sono tre i cappellani che devono emettere la loro sentenza, e tutti dunque devono ascoltare il caso. Quando il verdetto di colpevole o innocente, a seconda della causa, si trova in vantaggio nella votazione, questo diventa ufficiale, e pertanto la causa può essere definita come conclusa. Il Tribunale opera nel confronti di tutti i cittadini dello Stato del Vaticano, nei confronti dei vari cappellani, nonché dei giudici stessi, ed inoltre nei confronti di ogni fedele cristiano che proviene da ogni parte del mondo. Il Tribunale della Sacra Rota, come qualsiasi altro tribunale, opera in tre gradi differenti: il primo grado vede coinvolti i vescovi, il Papa e ogni ente che collabora con lo Stato del Vaticano. Si occupa inoltre di cause civili che riguardano i cittadini del Vaticano, e quelli esteri, qualora sia il Papa stesso ad averli convocati, ovvero ad avere richiesto che il caso venga esaminato dalla Sacra Rota. Il secondo grado invece riguarda tutte le cause che sono state giudicate dai vari tribunali diocesani, e che sono state devolute al Papa, senza che vengano interpellati altri tribunali esterni alla Sacra Rota. Il Terzo Grado invece, definito anche d'appello, riguarda tutti quei casi che sono stati esaminati dal secondo grado, ma sui quali ancora non è stata emessa alcuna sentenza.

Il Tribunale della Sacra Rota opera anche per l'annullamento del vincolo del matrimonio, qualora questo sia stato celebrato col rito cristiano: quest'operazione ovviamente deve essere richiesta qualora vi siano delle motivazioni valide che appunto portano all'annullamento del matrimonio stesso. Questo caso è quello che vede coinvolti Valeria Marini e Giovanni Cottone, con la showgirl che ha chiesto e ottenuto l'annullamento delle nozze.



© Riproduzione Riservata.