BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA FRANCESCO/ Omelia a Santa Marta: non trasformare la fede in potere, i martiri ce lo ricordano

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

In tanti seguono Gesù solo per interesse, ma la testimonianza dei martiri ci aiuta a non cadere nella tentazione di trasformare la fede in potere. Lo ha detto oggi Papa Francesco nella consueta Messa mattutina a Casa Santa Marta, come riportato da Radio Vaticana. "Questo atteggiamento si ripete nei Vangeli. Tanti che seguono Gesù per interesse, anche fra i suoi apostoli", ha spiegato il Santo Padre. Tra le tentazioni quotidiane dei cristiani, "di tutti noi che siamo la Chiesa", c'è anche la tentazione del potere mondano: "Così si cade in quel tepore religioso al quale ti porta la mondanità, quel tepore che finisce, quando cresce, cresce, cresce, in quell’atteggiamento che Gesù chiama ipocrisia", ha detto il Papa. In questo modo "si diventa cristiano di nome, di atteggiamento esterno, ma il cuore è nell’interesse", ed è proprio questa tentazione di "scivolare verso la mondanità, verso i poteri" a indebolire la fede, la missione e la Chiesa. Però, ha aggiunto il Pontefice, "il Signore ci sveglia con la testimonianza dei santi, con la testimonianza dei martiri, che ogni giorno ci annunciano che andare sulla strada di Gesù è quella della sua missione: annunciare l’anno di grazia". Quindi Papa Francesco ha concluso con una preghiera al Signore: "Che ci dia questa grazia dello stupore dell’incontro e anche ci aiuti a non cadere nello spirito di mondanità, cioè quello spirito che dietro o sotto una vernice di cristianesimo ci porterà a vivere come pagani".



© Riproduzione Riservata.